Sprechi alimentari, online l’approfondimento di Energie Sensibili

Ogni anno in questo periodo finiscono nei cassonetti circa 440mila tonnellate di cibo per un valore di 1,32 miliardi di Euro. I dati sono della Cia, la Confederazione italiana agricoltori, e lanciano l’allarme sullo sperpero di risorse e il danno rilevante per l’ambiente, costato in media 50 euro a famiglia. Ma il fenomeno dello spreco alimentare è una piaga che dura tutto l’anno: secondo Last Minute Market nelle case si sprecano mediamente il 17% dei prodotti ortofrutticoli acquistati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini. Contro il fenomeno, il Ministero dell’Ambiente ha creato a novembre un gruppo di lavoro per la definizione di un Piano nazionale per la prevenzione degli sprechi che dovrebbe far risparmiare in Italia circa 8,7 miliardi di Euro. Energie Sensibili ha dedicato un approfondimento al tema nel numero di questa settimana nel quale ha raccolte dati, risvolti ambientali e possibili rimedi per contrastare questo fenomeno.

Comments are closed.