Terra dei Fuochi, si intensificano i controlli. Mipaaf incontra Gdo

Proseguono i controlli effettuati dall’Ispettorato centrale della tutela e della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari nella Terra dei Fuochi, mentre il Ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo ha incontrato i rappresentanti della Grande distribuzione organizzata per fare il punto sulle forniture: i rappresentanti della Gdo hanno confermato che non ci sono state disdette di forniture per tutti quei produttori che hanno dato garanzie di certificazione, tracciabilità e qualità.

L’ICQRF ha intensificato lo sforzo operativo nei primi 15 giorni di novembre: rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, infatti, sono più che raddoppiati i controlli (43 nel 2013 contro i 19 nel 2012) e gli operatori controllati (42 nel 2013 contro 18 nel 2012). Nel corso dell’attività sono state controllate 73 diverse tipologie di prodotti dei principali settori dell’agroalimentare: in particolare, le verifiche hanno riguardato i settori ortofrutticolo e conserve vegetali (44 prodotti), lattiero-caseario (11 prodotti) e vitivinicolo (9 prodotti). “I controlli effettuati – ha detto il Ministero – hanno consentito di verificare, per quanto concerne gli aspetti di natura merceologica e di tracciabilità delle produzioni, la correttezza delle attività produttive presso gli operatori che sono stati oggetto delle ispezioni e l’assenza di illeciti riscontrati”.

“Sta proseguendo senza sosta l’attività di controllo sulle produzioni nei Comuni della Terra dei Fuochi – ha commentato il Ministro De Girolamo –  È anche grazie al sistema ispettivo e al nuovo programma di intensificazione nelle verifiche che riusciamo a tutelare le imprese del territorio e i nostri consumatori. Il lavoro condotto dall’ICQRF è essenziale per garantire il livello di qualità dei prodotti del territorio e le misure di controllo, intensificate negli ultimi giorni, sono fondamentali anche per prevenire eventuali irregolarità in futuro”.

Si è svolto inoltre ieri un incontro con i rappresentanti della Grande distribuzione sulle presunte disdette di contratti di forniture dalle imprese agroalimentari campane a seguito della vicenda della Terra dei Fuochi. Alla riunione erano presenti rappresentanti di Auchan, Federdistribuzione, Ancd-Conad, Conad, Coop Italia, Gs Spa Carrefour, Esselunga Spa.

Durante l’incontro i rappresentanti della Gdo hanno confermato che non ci sono state disdette di forniture per tutti quei produttori che hanno dato ampie e approfondite garanzie di certificazione, tracciabilità e qualità. I rappresentanti hanno inoltre sottolineato che i prodotti campani in vendita sui loro scaffali sono sottoposti a controlli che vanno oltre la norma, mentre il Ministro ha ribadito l’impegno del Ministero e degli organismi di controllo per la tracciabilità e la verifica dei prodotti campani.

Comments are closed.