A Roma duecento colonnine in più per ricaricare le auto elettriche

Dare nuova linfa vitale alla mobilità sostenibile. Questo l’biettivo del protocollo d’Intesa siglato oggi da Roma Capitale, Enel e Acea. Al centro dell’intesa l’installazione di 200 colonnine di ricarica per veicoli elettrici, cento da parte di Enel e cento da parte di Acea, dotate di una tecnologia in grado di garantire l’interoperabilità sia tra le infrastrutture delle due aziende, che con i punti di ricarica già installati da Enel nell’ambito del progetto E-Mobility Italy. Chi utilizza un veicolo elettrico potrà ricaricarlo indifferentemente su infrastrutture Enel ed Acea, sia a Roma che nei comuni limitrofi, utilizzando un’unica card e pagando la ricarica comodamente in bolletta, secondo il contratto sottoscritto con il proprio venditore di energia. L’integrazione tecnologica tra le infrastrutture di ricarica di Enel e Acea, inoltre, renderà possibile la scelta della mobilità elettrica anche per i molti cittadini che vivono fuori Roma e lavorano nella Capitale, e viceversa.

 

La rete di duecento infrastrutture Enel e Acea, che si configura come la più vasta in Italia su suolo pubblico, potrà essere realizzata grazie all’impegno di Roma Capitale nel coordinamento, nella pianificazione e nella velocizzazione delle procedure d’installazione. Inoltre, Roma Capitale si impegna a favorire la mobilità elettrica anche attraverso la sensibilizzazione delle società municipalizzate all’adozione di veicoli a zero emissioni nelle loro flotte.

 

Comments are closed.