BCC e Legambiente rinnovano convenzione per finanziamenti “verdi”

Federcasse (Associazione delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane) e Legambiente hanno rinnovato oggi per il triennio 2013 – 2015 la “convenzione quadro” finalizzata a diffondere l’uso di fonti di energia rinnovabile ed alternativa attraverso la rete delle Banche di Credito Cooperativo e mediante finanziamenti a tasso agevolato. A fronte di istruttoria tecnica di Legambiente, i finanziamenti delle BCC sono destinati a famiglie, imprese ed enti pubblici che hanno l’opportunità di migliorare l’efficienza energetica dei propri locali o di diventare, essi stessi, produttori di energia pulita. Novità di quest’anno è l’ampliamento della Convenzione: le linee di finanziamento passeranno da 4 a 6 e gli ambiti di applicazione riguarderanno, oltre alle energie rinnovabili, all’efficienza energetica, al risparmio idrico e alla mobilità sostenibile, anche altri settori strategici da un punto di vista ambientale, come gli acquisti verdi e la salvaguardia e valorizzazione del territorio.

Avviata nel 2006, a oggi la partnership BCC – Legambiente ha consentito di finanziare 5.440 progetti su tutto il territorio nazionale, per un totale di 260 milioni di euro di investimenti. Si tratta di circa 5 mila interventi di installazione di impianti fotovoltaici, 223 di solare termico, 51 per impianti a biomasse, 132 per interventi di efficienza energetica, 12 di mini eolico, 14 di geotermico, 2 mini idroelettrico. Sono stati inoltre finanziati 97 interventi di bonifica di coperture in Eternit (amianto)  sostituiti con impianti fotovoltaici.

Particolare soddisfazione è stata espressa dal Presidente di Federcasse Alessandro Azzi: “Gli importanti risultati raggiunti in questi anni di collaborazione con Legambiente ci danno conferma della bontà di questo progetto. E ci dicono che è possibile, anche sommando piccoli interventi, raggiungere obiettivi di grande portata contribuendo a diminuire sensibilmente le emissioni inquinanti e favorendo la tutela e la conservazione dei nostri territori, in una logica di sostenibilità. E questo non è soltanto un importante tema sociale, ma anche una questione di rilevanza strategica per la nostra economia”.

“Siamo particolarmente soddisfatti del rapporto con il mondo del Credito Cooperativo – afferma Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente – che ci ha permesso di raggiungere risultati molto significativi per diffondere una nuova cultura promuovendo efficienza, rinnovabili attraverso finanziamenti diffusi in modo capillare nel territorio nazionale. La sfida per i prossimi tre anni della convenzione rinnovata proprio oggi è quella di allargare il campo di azione a una serie di progettualità che permettano di tutelare maggiormente le bellezze del territorio e diffondere significativamente stili di vita virtuosi e sostenibili a partire dalla rivoluzione energetica ma comprendendo anche mobilità sostenibile, agricoltura e turismo di qualità.”

Comments are closed.