Ecobonus, estesi agli elettrodomestici da incasso

Anche gli elettrodomestici potranno beneficiare degli ecobonus, fino a un tetto massimo di 10.000 euro. Ma solo gli elettrodomestici da incasso. Lo prevede un emendamento approvato ieri dalle commissioni Industria e Finanze del Senato. Il decreto prevede già che, in caso di ristrutturazione edilizia, si possano “scaricare” dall’Irpef anche le spese fino a 10.000 euro per l’acquisto di mobili. L’emendamento allarga questo beneficio agli elettrodomestici, ma non amplia il tetto delle spese scaricabili.

Il Ministero dello Sviluppo Economico precisa che l’estensione degli ecobonus si riferisce soltanto ali elettrodomestici da incasso.

Si ricorda che il Consiglio dei Ministri di fine maggio ha approvato la proroga dei bonus fiscali per le ristrutturazioni e il risparmio energetico: il bonus per l’efficienza energetica è prorogato dalla fine di giugno al 31 dicembre 2013 e sale dal 55 al 65% e si estende sia ai privati cittadini che ai condomini. La percentuale degli sgravi sulle ristrutturazioni è confermata al 50%. L’ecobonus per l’efficienza energetica varrà fino al 31 dicembre 2014 per i condomini se gli interventi saranno “importanti”, ovvero implicheranno la riqualificazione di “almeno il 25% della superficie dell’involucro” del palazzo.

Comments are closed.