Bio shopper, sì del Senato al decreto che vieta additivi

Il Senato ha dato parere positivo al decreto attuativo del Ministero dell’Ambiente che stabilisce definitivamente le caratteristiche tecniche degli shopper consentiti, escludendo ogni possibilità di ricorso ad additivi chimici di qualsiasi genere, e con il quale scattano i termini e i tempi per comminare le sanzioni a chi intende continuare ad inquinare con i sacchetti fatti con la vecchia plastica. Così l’Italia diventa il primo paese europeo plastic free nel comparto degli shopper. Soddisfatti i senatori del Partito Democratico, Francesco Ferrante e Roberto Della Seta, secondo i quali “il decreto pone fine ad una vicenda iniziata nel 2007 con l’approvazione della norma che prevedeva il divieto di commercializzazione di shopper non biodegradabili”.

Come è noto, infatti, il divieto e’ entrato in vigore nel 2011, ma questa norma a favore dell’innovazione e della green economy italiana ha purtroppo dovuto fare i conti con svariati tentativi di truffa, espedienti per depotenziarla e rinvii anche pretestuosi.

“Ora – concludono Della Seta e Ferrante –  il Governo comunicherà alla Commissione Europea il decreto e scatteranno i termini affinchè finalmente si possano applicare le sanzioni che renderanno illegale la commercializzare di shopper fatti col petrolio e che inquinano l’ambiente per decenni”.

Comments are closed.