Efficienza energetica, da Enel contributi in conto corrente

Buone notizie per famiglie, condomini o imprese che intendono realizzare interventi per migliorare l’efficienza energetica della propria abitazione. Enel Distribuzione ha, infatti avviato oggi una campagna che prevede contributi in conto corrente, accessibili fino al prossimo 30 novembre.Collegandosi al portale efficienza.eneldistribuzione.it, messo a punto da Enel Distribuzione, chiunque online (famiglie, ditte individuali, professionisti e così via) potrà inserire i dati e la documentazione relativa al singolo progetto e poi ottenere un corrispettivo proporzionato al risparmio energetico ottenuto, direttamente sul proprio conto corrente bancario o postale. Si va da un minino di 80 euro per la sostituzione della caldaia a 160 euro per metro quadro di solare termico installato. E se si considera un impianto di circa 6 mq (medio installato ogni mille abitanti in Italia), il valore del contributo sale a 960 euro.

Gli interventi che potranno ottenere il sostegno economico sono di sei tipologie: sostituzione di vetri semplici con doppi vetri (fino a 30 euro per mq di vetro sostituito); installazione di caldaie unifamiliari a 4 stelle di efficienza (fino 80,90 euro una tantum); installazione di pompe di calore elettriche ad aria esterna (fino a 212,8 euro per abitazione in cui è stato realizzato l’intervento); isolamento termico delle coperture e delle pareti (16,40 euro per mq coibentato); l’impiego di collettori solari (fino a 160 euro per mq installato); installazione di sistemi elettronici di regolazione di frequenza (inverter) per motori elettrici nel settore industriale operanti su sistemi di pompaggio (fino a 220 euro per ciascun kw risparmiato.

I contributi per i singoli interventi sono cumulabili tra loro e con il bonus 50 per cento. Enel Distribuzione garantisce tempi certi di approvazione ed erogazione: l’importo viene erogato tutto e subito, e non diluito negli anni come le altre forme di sostegno al risparmio energetico.

C’è tempo 120 giorni dalla data di fine lavori di uno (o più) degli interventi svolti per partecipare, seppur la domanda vada presentata entro il 30 novembre. Per partecipare bisogna conservare: la fattura di installazione; la documentazione tecnica relativa ad ogni iniziativa (che deve essere conforme alle specifiche tecniche di ciascun intervento, descritte online); la copia del documento di riconoscimento in corso di validità. Di fatto, compresa l’iniziativa di Enel, i diversi contributi a disposizione di chi realizza interventi di efficientamento energetico vanno nella direzione di una nuova stagione immobiliare dove la parola “costruire” lascia il posto alla più gettonata “riqualificare”.

Comments are closed.