Emilia-Romagna, al via terza edizione del Premio Economia Verde di Legambiente

I temi ambientali sono diventati centrali anche per le aziende che sempre più frequentemente si impegnano in politiche cosiddette “verdi”. Per questo Legambiente Emilia Romagna, con il sostegno di Unipol, e con i patrocini di Regione, Aster, Unioncamere Emilia-Romagna ed Ervet, lancia per il terzo anno consecutivo il “Premio Economia Verde Emilia-Romagna”, rivolto alle aziende che promuovono politiche imprenditoriali a favore dell’ambiente. Dopo il successo delle precedenti edizioni, che hanno visto la partecipazione di oltre 80 aziende da tutta la Regione, si apre il bando per quest’anno.

In questa terza edizione del Premio, le aziende partecipanti sono suddivise in 3 categorie, agricoltura, industria e servizi per permettere un confronto più adeguato delle migliorie pratiche che ognuna di esse ha attuato nel proprio settore. Le iniziative verranno valutate sulla base di 3 criteri: ambientale, sociale ed economico. Nel primo parametro si terrà conto del beneficio ambientale derivante dal progetto o dall’attività presentata; il secondo criterio valuterà gli elementi di carattere sociale (posti di lavoro creati, produzione di indotto, coinvolgimento delle comunità locali ecc); riguardo agli aspetti economici, infine, si considereranno i risultati legati all’attività in termini di risparmi ottenuti, aumento di vendite, crescita dell’azienda e così via. Dalla combinazione dei risultati verranno individuati i progetti esemplari, le soluzioni più innovative e le buone pratiche facilmente replicabili.

“In un momento di crisi economica, finanziaria e ambientale – afferma Lorenzo Frattini, Presidente di Legambiente Emilia Romagna – l’obiettivo è quello di dare visibilità e supportare le imprese che nella nostra Regione attuano azioni  concrete  di buona mobilità, di uso del territorio, di riduzione di consumi e risorse, di creazione di prodotti e servizi verdi. Un modo per riconoscere i meriti di quella parte di mondo imprenditoriale che pensa che lavoro e sostenibilità sia il binomio necessario per superare questo momento difficile”.

“La green economy – dichiara Pierluigi Stefanini, Presidente del Gruppo Unipol – rappresenta per l’Italia un’opportunità di sviluppo sostenibile che Unipol ritiene strategica per il nostro Paese. Il premio Economia Verde di Legambiente è un’opportunità per  valorizzare e diffondere le buone pratiche, spesso sviluppate da piccole imprese sul territorio, per concorrere a innovare e rendere più “smart” la cultura imprenditoriale italiana e per creare nuovi posti di lavoro”.

Le iniziative dovranno essere state avviate negli ultimi 3 anni. Sono ammesse imprese con sede in Emilia-Romagna o la cui attività candidata al premio venga effettuata in Regione. La richiesta di partecipazione dovrà essere inviata entro e non oltre il 30 aprile 2013 via mail a premio@legambiente.emiliaromagna.it, oppure consegnate a mano o inviate per posta alla sede regionale dell’associazione: Legambiente Emilia-Romagna, Piazza XX Settembre, 7 – 40121 – Bologna.

Per partecipare al Premio Economia Verde le organizzazioni dovranno presentare la propria candidatura, corredata di ogni documentazione ritenuta utile. Il bando  e la modulistica del Premio possono essere scaricati dal sito www.premioeconomiaverde.it.

Comments are closed.