Iva sulla Tia, bolletta straordinaria a Civitavecchia. MDC invita a non pagare

Continua la battaglia delle Associazioni dei consumatori sul rimborso dell’Iva pagata illegittimamente, per anni, sulla Tia. In questi giorni i cittadini di Civitavecchia riceveranno (a spese loro) una lettera a firma del Sindaco Pietro Tidei che spiega punto per punto come si è arrivati a questo punto e cioè al fatto che i cittadini dovranno mettere ancora una volta mano ai loro portafogli per pagare una bolletta straordinaria. Il Comune di Civitavecchia ha quindi rifiutato la richiesta del Movimento Difesa del cittadino di sospendere la Tia e aprire un tavolo istituzionale di confronto.

“Un tavolo – spiega l’Associazione – necessario per scongiurare il ricorso a mezzi estremi, quali ad esempio la class action che proprio Sel (nei giorni scorsi) aveva chiesto ai cittadini di evitare per non mandare in fallimento la Holding e il Comune”. MDC ricorda che nel 2011 ha inviato ben 22 solleciti a Deputati e Ministri contro l’applicazione dell’Iva sulla Tia, ma non ha ricevuto alcuna risposta. E allora l’Associazione rilancia: “Se la sospensione della Tia, comunque, non dovesse essere accolta, potrebbero decidere di mantenere la promessa. E cioè, mettere in atto tutte le azioni che la normativa di concede, e la class action è la più ‘‘leggera’’ di cui disponiamo”. MDC invita i cittadini a non pagare fino a quando non riceveranno questa lettera: se non saranno convinti potranno chiederci di riprendere le azioni. MDC chiede il sostegno dei Deputati locali per la battaglia contro l’Iva sulla Tia.

Comments are closed.