Legambiente: da domani a domenica torna Puliamo il mondo

Da domani a domenica 24 settembre torna Puliamo il mondo, la storica campagna di volontariato ambientale organizzata da Legambiente, che quest’anno compie 25 anni. Sono stati, affermano dall’associazione, “25 anni di impegno civile, sociale e di volontariato ambientale con 15 milioni di persone coinvolte in tutta Italia e 100mila aree ripulite”.

La campagna – versione italiana di Clean up the world, il più grande appuntamento internazionale di volontariato ambientale che coinvolge ogni anno oltre 35 milioni di persone in circa 120 Paesi – è in programma da domani a domenica in tutta Italia. I volontari, giovani e anziani, italiani e migranti, scuole, amministrazioni locali e associazioni, ripuliranno strade, piazze, aree verdi, argini dei fiumi ma anche tante strade statali dai rifiuti di ogni tipo gettati o abbandonati lungo la strada. Rifiuti che se riciclati posso passare a nuova vita e diventare una preziosa risorsa, come insegna l’economia circolare, alla quale è dedicata la 25esima edizione di Puliamo il Mondo, per ribadire “l’importanza dell’ambiente come bene comune, incentivare l’economia circolare e promuovere l’inclusione sociale per una società più aperta, accogliente e solidale”.

“Un messaggio – dice l’associazione – che Legambiente rilancerà dalle quattro città simbolo di questa edizione: in particolare da Roma, a piazzale Maslax dietro la stazione Tiburtina, insieme agli attivisti e i sostenitori di Baobab Experience e ai giovani migranti attualmente ospiti del campo autogestito; da Visso, comune marchigiano colpito dal sisma del 2016 con un evento simbolico per non dimenticare le zone terremotate e le comunità locali. E poi da Milano Rogoredo, dove i volontari ripuliranno l’area del parco Cassinis insieme ai migranti e ai volontari di ogni età; e da Boscotrecase (Na) all’interno del Parco nazionale del Vesuvio”. Commenta la presidente Legambiente Rossella Muroni: “Puliamo il mondo è soprattutto un gesto semplice da fare insieme per rinsaldare il rapporto tra ambiente e cittadini, comunità ed enti pubblici. In questi 25 anni abbiamo sempre avuto un ottimo feed-back dai cittadini che hanno partecipato con grande entusiasmo alla nostra campagna per contribuire, con azioni di cittadinanza attiva, a fare qualcosa di concreto per l’ambiente”.

Comments are closed.