Legambiente: da oggi a domenica “Puliamo il mondo”

Partono oggi le “olimpiadi delle città pulite” di Legambiente. Per tutto il fine settimana si svolgerà infatti “Puliamo il mondo”, iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente da oggi fino a domenica. Sono migliaia gli studenti che prenderanno parte alle iniziativa di raccolta dei rifiuti e pulizia delle aree verdi cittadine, nel segno di un messaggio preciso che l’associazione ambientalista quest’anno unisce allo spirito delle Olimpiadi. L’iniziativa è inoltre dedicata alla tutela dei beni culturali, troppo spesso oggetto di abbandono.“Bisogna essere degli atleti non solo nello sport, ma soprattutto nella vita di tutti giorni rispettando, con semplici e agonistici gesti, l’ambiente. Ed i primi sportivi a scendere in campo per un mondo ecosostenibile e libero dai rifiuti sono proprio i giovani”, spiega l’associazione ambientalista.

Saranno infatti 300 mila gli studenti di ogni regione che si impegneranno da oggi e per il fine settimana per ripulire città e aree verdi. Diverse le iniziative, fra le quali si può certamente ricordare la partecipazione dei giovani delle regioni terremotate, Emilia Romagna e Abruzzo, che si impegneranno attivamente per l’ambiente nonostante le difficoltà dei loro territori. Così in Emilia Romagna, in provincia di Ravenna, oggi i volontari insieme agli studenti della scuola agraria Perdisa di Ravenna puliranno la pista ciclabile e alcune aree verdi del quartiere. In Abruzzo, in provincia dell’Aquila, oggi e domani diversi studenti saranno coinvolti nella pulizia delle aree verdi dei cosiddetti comuni del cratere, Fontecchio, Tione e San Demetrio. Iniziative ci saranno in tutta Italia, dalla Lombardia al Veneto, dal Piemonte alla Toscana, dal Lazio alla Puglia.

“Puliamo il Mondo vuole partire dalle scuole – spiega Vanessa Pallucchi, responsabile del settore scuola Legambiente – per sensibilizzare i ragazzi sul tema dei rifiuti, sull’importanza della raccolta differenziata, della cura e del rispetto della natura e dei luoghi pubblici. In questi venti anni di campagna abbiamo avuto sempre un riscontro positivo, segno che i giovani amano il proprio territorio e vogliono fare qualcosa di concreto per contribuire alla sua tutela. In particolare il lavoro di pulizia straordinaria fatto dai ragazzi e dai volontari di Legambiente, ha permesso di restituire alla cittadinanza diverse aree, un tempo abbandonate e degradate ed ora luoghi ricreativi e d’incontro”.

All’iniziativa è arrivata già l’adesione di 1700 comuni. Puliamo il Mondo, versione italiana di Clean Up the World – la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia – è dedicata quest’anno al degrado dei beni culturali e si svolgerà in concomitanza delle Giornate Europee del Patrimonio, in programma in Italia il 29 e il 30 settembre con lo slogan “L’Italia tesoro d’Europa”.

Nel Belpaese si concentrano infatti tanti beni culturali ma tante sono le emergenze dei monumenti lasciati al degrado, all’incuria, all’abbandono. Così domenica 30 settembre i volontari di Legambiente e cittadini che si uniranno a loro lanceranno da Venezia, Roma e Paestum un doppio messaggio: la gestione sostenibile dei rifiuti e una maggiore tutela del patrimonio culturale devono viaggiare di pari passo, vanno potenziate, e rappresentano una fetta importante della ricetta per uscire dalla crisi. A Venezia l’appuntamento sarà alle 9.30 al Ponte di Rialto, dove i volontari puliranno il fondale del Canal Grande insieme a due associazioni di sub e raccoglieranno i rifiuti superficiali lungo il Canale. A Roma, sempre in mattinata, l’evento si svolgerà ai Fori Imperiali, dove verrà ripulita l’area di Colle Oppio e sarà rilanciata la raccolta firme sulla delibera di pedonalizzazione dei Fori. A Paestum la pulizia riguarda l’area di Porta Marina, l’antica porta della città che dava sul mare, e il sentiero comunale che collega la città antica all’oasi dunale gestita da Legambiente.

Comments are closed.