TopNews. Legambiente-FS: torna il Treno Verde per un futuro 100% rinnovabile

Il futuro 100% rinnovabile significa energia pulita, reti elettriche intelligenti, efficienza energetica e mobilità sostenibile. Sono le coordinate che devono guidare l’Italia nel prossimo futuro, per agire contro i cambiamenti climatici con un netta riduzione delle emissioni e assumere un ruolo guida in Europa. Questa la direzione intrapresa dal viaggio del Treno Verde, la campagna di Legambiente e di Ferrovie dello Stato, realizzata con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente, che da oggi torna sui binari d’Italia.

La campagna si occuperà di raccontare le esperienze di enti locali, aziende, famiglie che già hanno attuato la rivoluzione energetica rinnovabile. E disegnerà un percorso in dodici città italiane – oggi la presentazione a Roma, nei prossimi giorni tappa a Siracusa e Foggia, e poi via da Napoli a Grosseto, da Rovigo a Trieste e Trento – per chiedere all’Europa, si legge in una nota, “obiettivi più stringenti e sfidanti nel Pacchetto Energia e Clima 2030, ancora in fase di discussione, e all’Italia di svolgere un ruolo da leader sul clima, con politiche più ambiziose, per dare maggiore concretezza e solidità al cambiamento già in atto per traghettare il nostro Paese verso la totale decarbonizzazione del proprio sistema energetico”.

Da oggi al 2030 bisogna andare veloci, anche perché i cambiamenti climatici non stanno di certo aspettando. L’attuale impegno di riduzione delle emissioni non basta. Per invertire la tendenza al riscaldamento globale l’Europa, dice Legambiente, deve ridurre le emissioni di gas serra almeno del 55% entro il 2030 ed azzerarle entro il 2050.

“Vogliamo che l’Italia diventi leader in Europa nel mettere in pratica quanto previsto dall’Accordo di Parigi per la lotta ai cambiamenti climatici – ha detto Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente – Abbiamo di fronte una grande opportunità per raggiungere i nuovi obiettivi al 2030 di riduzione delle emissioni climalteranti, di sviluppo delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, ancora in discussione in Europa. L’Italia quest’anno dovrà presentare il proprio Piano energia e clima e il nostro Paese, come dimostrano le tante esperienze che racconteremo nel viaggio del Treno Verde, ha tutte le carte in regola per svolgere un ruolo da protagonista in questa rivoluzione”.

Il viaggio del Treno Verde si accompagnerà a un monitoraggio scientifico che quest’anno si concentrerà sull’efficienza energetica in edilizia e sulla sharing economy condominiale. I tecnici di Legambiente, spiega l’associazione, entreranno nei condomini e nelle case ed effettueranno analisi termografiche e sui consumi elettrici. La spesa energetica è infatti una voce rilevante nel bilancio familiare, pari a circa 1500 euro l’anno per scaldare o rinfrescare le abitazioni, ma può essere notevolmente ridotta con interventi di efficienza energetica nelle case e con impianti che possono rendere le case più confortevoli sia d’inverno che d’estate.

 

Notizia pubblicata il 21/02/2018 ore 17.29

Comments are closed.