Legambiente premia la spiaggia più bella d’Italia: vince Cala Bianca

Paesaggi indimenticabili, ecosistemi incontaminati, scrigni di biodiversità sul Mediterraneo: Legambiente premia 17 luoghi da sogno sul mare italiano con “La più bella sei tu”, il concorso via web lanciato dall’associazione per eleggere la spiaggia più bella dell’estate. Ed è Cala Bianca (SA), nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, la spiaggia più votata. Almeno secondo il parere delle migliaia di internauti che l’hanno votata via web.

Per il popolo di internet la piccola spiaggia di sabbia bianca circondata dalla vegetazione selvaggia, incastonata nella costa cilentana, è la regina indiscussa definita “unica e inimitabile”, “un paradiso terrestre”, “una spiaggia dove si può ritrovare la calma e la pace”, “uno dei posti più belli dove poter fare il bagno nel Cilento”. Ma non è la sola ad essere tanto amata: il sondaggio di Legambiente, infatti, è stato un vero successo che ha portato nella particolare lista di bellezze naturali altre 16 perle balneari selezionate per la loro bellezza, unicità o popolarità, perché simbolo di legalità oppure di biodiversità e conservazione.

Oltre alla più votata Cala Bianca e a una menzione speciale per la splendida spiaggia dei Conigli nella Riserva naturale dell’isola di Lampedusa, Legambiente ha deciso di non stilare una classifica perché ognuna delle spiagge scelte meriterebbe comunque un primo posto. Nelle segnalazioni degli internauti ci sono, solo per fare qualche esempio, la spiaggia bianca finissima di Cala Violina, vicino Scarlino, e quella di Cala di Forno nel Parco della Maremma e la selvaggia Cala delle Caldane all’Isola del Giglio. Ci sono le spiagge della Sardegna – Su Giudeu, vicino Domus de Maria, o a Cala Goloritze, nell’Ogliastra, e Capo Comino nel nuorese – e quelle del Salento, come pure altre perle segnalate per la suggestività del mare e del paesaggio.

“Quelle che abbiamo raccolto in questa lista sono le spiagge del cuore di molti italiani – ha dichiarato Sebastiano Venneri, responsabile mare di Legambiente – alcune già molto conosciute, altre tutte da scoprire, in alcuni casi raggiungibili solo via mare o dopo estenuanti trekking o seguendo itinerari conosciuti solo da pochi. Ognuna ha una peculiarità, ma tutte hanno la caratteristica di aver conservato intatta tutta la loro bellezza. Alcune di loro sono veri e propri simboli di conservazione e tutela ambientale, a volte rappresentano un presidio di legalità, ma è la bellezza, la qualità paesaggistica, il loro straordinario valore estetico, il dato che abbiamo voluto sottolineare in questo caso, un elemento unico che spesso solo in Italia troviamo con così tanta frequenza e che rappresenta la migliore caratteristica del nostro Paese”.

Comments are closed.