Malagrotta, Consiglio di Stato accoglie ricorso del Codici e dispone nuova perizia

Buone notizie per i cittadini romani che vivono nelle vicinanze della discarica di Malagrotta. Il Consiglio di Stato ha disposto una nuova perizia sulla discarica, accogliendo il ricorso del Codici contro la sentenza del Tar del Lazio che annullava l’ordinanza del Comune di Roma sulla messa in sicurezza  di Malagrotta, su ricorso della Giovi Srl, titolare della gestione della discarica RSU di Malagrotta.

Il ricorso della Giovi Srl si basava sulla convinzione della non pericolosità per la salute pubblica delle acque sotterranee. Queste motivazioni non hanno convinto il Codici che ha fatto a sua volta ricorso per garantire a tutti i cittadini il diritto alla salute.

La nuova perizia, disposta dal Consiglio di Stato, sarà condotta dal Politecnico di Torino, in seguito alle critiche di cui era stata oggetto l’Università La Sapienza di Roma. Il collegio di verificazione dovrà valutare se è vero che a monte della discarica la falda non si inquinata e quindi l’acqua sia potabile; se gli agenti inquinanti rinvenuti siano o meno conseguenza dell’inquinamento da discarica; se  nell’area si registra un’alta concentrazione di metalli. “L’associazione è molto soddisfatta dei risultati ottenuti – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – In gioco, infatti, c’era la salute dei cittadini e la salubrità ambientale della zona di Malagrotta, che speriamo possano essere al più presto ripristinate”.

 

Comments are closed.