Nuovo condono edilizio, Green Italia: inaccettabile

“Ai fini della valorizzazione degli immobili pubblici, in relazione ai processi di dismissione finalizzati ad obiettivi di finanza pubblica, le disposizioni di cui al comma 6 dell’articolo 40 della legge 28 febbraio 1985, n. 47 si applicano anche alle alienazioni di immobili di cui all’articolo 11-quinquies del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, convertito in legge 2 dicembre 2005, n. 248; per esse la domanda di sanatoria di cui al citato comma 6 dell’articolo 40 della legge 28 febbraio 1985, n. 47 può essere presentata entro un anno dall’atto di trasferimento dell’immobile”. Il condono a cui si fa riferimento è quello voluto da Craxi nel 1985 mentre l’articolo virgolettato è contenuto nel dl IMU in discussione in queste ore al Senato.“A volte ritornano” commenta Roberto Della Seta di Green Italia che aggiunge: “Il condono voluto dall’allora governo Craxi doveva essere un provvedimento una tantum, poi sappiamo come è andata: quella prima sanatoria  dette il via a un’ondata immensa di nuovo cemento illegale e aprì la strada a due altri condoni generalizzati, entrambi a firma Berlusconi. La norma prevista dal governo Letta lancia un segnale assolutamente negativo, dando l’idea che chi a costruito illegalmente può sempre contare su qualche condono. Ed è bene ricordare che a giovarsi per prime della piaga dell’abusivismo edilizio sono da sempre le organizzazioni criminali, che sul cemento illegale hanno costruito enormi fortune”.

2 Commenti a “Nuovo condono edilizio, Green Italia: inaccettabile”

  1. Grazia Maria ha detto:

    in effetti è una riflessione che, ahimè, mi accorgo di fare sempre più spesso
    ma perchè dovrei continuare ad essere una persona per bene, che rispetta le leggi e si impega per rispettare le norme di convivenza civile se poi, alla fine, chi agisce in spregio a tutto ciò viene “premiato” ? Avendo, peraltro, fatto tutto in maniera più facile, più veloce e, sicuramente, più economica.
    “eh, che ci ho scritto Giocondo”? ( come ha detto qualcuno di recente)

  2. nino ha detto:

    Siamo alle solite l’ILLECITO E’ DIVENTATO LECITO lo Stato esalta l’APOLOGIA DI REATO e spinge gli abusivi a continuare perché tanto lo Stato farà altri condoni certo che l’Europa come fa a non diffidare dell’Italia siamo INAFFIDABILI e,se poi la cementificazione provoca DISASTRI AMBIENTALI chi paga è anche chi è nella legalità e non c’entra niente con chi li provoca.