Parlamento Ue: definire una strategia a “emissioni zero” per COP23

In vista del prossimo round dei colloqui climatici dell’ONU, che si svolgeranno a Bonn dal 6 al 17 novembre, i deputati invitano l’UE a definire una strategia “emissioni zero” entro il 2018.

Nella risoluzione votata ieri, il Parlamento Ue ha approvato dunque alcune raccomandazioni per le Istituzioni dell’UE e per i Paesi in vista della riunione COP23.

In particolare, il Parlamento esorta la Commissione a preparare entro il 2018 una strategia per una UE a zero emissioni entro il 2050, allo scopo di mantenere l’aumento della temperatura media mondiale ben al di sotto di 2°C e proseguire gli sforzi per limitare tale aumento a 1,5°C.

Nel documento di oggi si chiedono impegni concreti da parte dell’UE e a livello internazionale per trovare altre fonti di finanziamento.

Il Parlamento europeo sta attualmente lavorando su tre atti legislativi per attuare l’accordo di Parigi: la riforma del mercato del carbonio post-2020 (EU ETS) (relatrice Julie Girling), il regolamento del 2030 per la condivisione degli sforzi (relatore Gerben-Jan Gerbrandy) e il regolamentazione sulle emissioni di gas a effetto serra risultanti dall’uso del suolo, dal cambiamenti di uso del suolo e dalla silvicoltura (relatore Norbert Lins).

lascia un commento