Musei: Ministero annuncia apertura nuovi siti autonomi

In arrivo dieci nuovi musei e parchi archeologici autonomi. L’annuncio è stato dato ieri dal Ministro Dario Franceschini presentando la seconda parte della riforma del Mibact alle commissioni cultura di Camera e Senato. Da Ostia Antica a Ercolano, dal parco dell’Appia a quello dei Campi Flegrei, dal complesso monumentale della Pilotta al Castello di Miramare di Trieste: questa la mappa dei nuovi siti gestiti autonomamente da direttori scelti con bando internazionale. Le novità previste dalla riforma investiranno anche le soprintendenze: addio alle soprintendenze separate e pareri discordi, con la nuova organizzazione ci sarà una soprintendenza unica per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. Questa rivoluzione permetterà di aumentare i presidi sul territorio passando per esempio per l’archeologia dalle attuali 17 Soprintendenze Archeologiche alle nuove 39 soprintendenze unificate.

Un passo avanti per rafforzare presidi tutela esemplificare rapporto fra cittadini e amministrazione”, ha commentato lo stesso Franceschini.

Soddisfatta delle novità introdotte dalla riforma (che come annunciato sarà tradotta a breve in decreto) anche Legambiente. “Si tratta di un’ottima notizia, perché si introduce finalmente il principio della valorizzazione delle “aree”, dimostrando come sia possibile tutelare e investire sul territorio, sulla sua storia, sulle sue ricchezze”, dichiara l’associazione che vede sempre più concreta la possibilità di realizzare il “Grab”, il Grande raccordo anulare delle bici della Capitale che collega la colonna Traiana al museo a cielo aperto dell’Appia Antica.

L’istituzione del parco renderà necessario ripensare le modalità di fruizione di questa area dove, precisa Legambiente in una nota, non potrà più essere consentito l’accesso, il transito o la sosta di veicoli privati.

All’interno della città di Roma la creazione del Grab sta già producendo importanti cambiamenti in termini di accessibilità e fruizione delle bellezze artistiche, antiche e moderne, della città. Il tutto unito ad un tipo di mobilità sostenibile.

Comments are closed.