Premio Dona, quest’anno l’evento è a impatto zero

Tutto pronto per la settima edizione del “Premio Vincenzo Dona, voce dei consumatori”: l’appuntamento, che si terrà il 21 novembre al Teatro Argentina di Roma, è dedicato alla sostenibilità. L’evento, infatti, sarà “a C02 zero”: per annullare il consumo di risorse e le emissioni inquinanti prodotte dall’evento saranno piantati un centinaio di alberi.

“Ogni evento organizzato (convegni, concerti, forum) – spiega Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori – ha un impatto sull’ambiente in cui viviamo in termini di consumo di risorse, produzione di rifiuti ed emissioni di C02 ed altre sostanze inquinanti, sia per l’organizzazione sia durante l’evento stesso. Oggi è possibile però, grazie a oculate politiche di gestione, certificare la sostenibilità ambientale dell’evento. Di fatto la certificazione IMQ permette di monitorare e verificare tutta una serie di parametri (percentuale di raccolta differenziata, utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili, acquisti di materiali con certificazione ambientale, modalità di trasporto per gli spostamenti, ecc.) che consentono di calcolare la produzione di C02 dell’evento”.

“Una volta calcolati gli effetti sull’ambiente – conclude Massimiliano Dona – metteremo in campo una serie di azioni che in concreto andranno ad annullare il consumo di risorse e le emissioni inquinanti prodotte dall’evento stesso, come ad esempio piantare un certo numero di alberi. Non solo: nel corso dell’evento si farà particolare attenzione alla mobilità sostenibile, alla minimizzazione dei rifiuti, all’attenzione alle emissioni di CO2 e alla divulgazione di contenuti sostenibili”. Il Segretario dell’UNC ringrazia Consulenze Cremonesi e IMQ per aver indicato la strada per questo importante risultato: “realizzare per la prima volta il Premio Vincenzo Dona ad impatto sostenibile”.

Comments are closed.