San Felice sul Panaro, inaugurata nuova scuola dopo il sisma

Dopo quasi due anni San Felice sul Panaro ha di nuovo la sua scuola grazie alla raccolta fondi organizzata da Legambiente fin dalle prime ore dopo il sisma. La nuova scuola “Giovanni Pascoli” ha potuto contare su 14.500 euro in contanti, una fornitura di materiale ceramico per pavimenti e rivestimenti del valore di 50.000 euro, ed un impianto fotovoltaico per contribuire alla copertura parziale dei consumi elettrici dell’edificio.Alle donazioni tradizionali, infatti, si sono aggiunte forniture di materiali tecnici da parte di aziende della Green Economy dell’Emilia Romagna: Graniti Fiandre, che ha messo a disposizione 3000 metri quadri di piastrelle e rivestimenti ceramici, utilizzati in corso d’opera per i lavori di ricostruzione della scuola Primaria “Muratori”, poiché non necessari alla Pascoli, ma il cui controvalore è stato poi utilizzato dall’amministrazione per il progetto delle Pascoli; l’azienda Marano Solar da parte sua ha donato un impianto fotovoltaico da 5kw, che sarà installato nella tarda primavera sul tetto della scuola, e che garantirà la copertura del 10% del fabbisogno elettrico dell’edificio, oltre alla riduzione di CO2 conseguita con la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Il totale delle donazioni, che è ammontato così a 64.500 euro, ha consentito di installare l’isolante nel sottotetto della scuola, consentendo un miglioramento energetico dell’edificio con un passaggio dalla classe G alla classe F, calcolato dall’Ing. Laura Pedretti a cui va il nostro ringraziamento per il supporto tecnico. Il risultato è un risparmio sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista economico.

Comments are closed.