Settimana Europea mobilità, fino al 22 settembre “Muoviamoci nella giusta direzione”

Ieri, 16 settembre, ha preso il via l’undicesima edizione della Settimana Europea della mobilità: fino al 22 settembre i cittadini di centinaia di città europee saranno coinvolti in attività di promozione dei modi di trasporto alternativi, riducendo l’uso dell’automobile. Lo slogan di quest’anno è “Muoviamoci nella giusta direzione” e vuole accrescere la conoscenza dei piani di mobilità urbana sostenibile e delle modalità per permettere una maggiore partecipazione al processo di programmazione dei cittadini e dei portatori di interesse a livello locale.

Lo smog è sempre più un nemico per le nostre città fino a creare una vera e propria emergenza che vede l’aumento del traffico, delle emissioni inquinanti e degli incidenti stradali. Lo sviluppo di piani di mobilità urbana sostenibile in stretta consultazione con le imprese e la società civile può stimolare l’economia delle città e migliorare la qualità della vita a livello locale.

La Settimana europea della mobilità offre l’opportunità di sviluppare e migliorare i piani attraverso conferenze, dibattiti, dimostrazioni e sperimentazioni di nuove soluzioni. Essa permette inoltre alle autorità locali di introdurre e di promuovere misure per incentivare gli spostamenti a piedi e in bicicletta e il trasporto collettivo.

Le città che partecipano alla Settimana europea della mobilità sono invitate a partecipare al premio che verrà consegnato alle città che avranno organizzato la campagna più innovativa in termini di qualità delle attività legate al tema dell’anno e di varietà di misure permanenti messe in atto. Nel 2011 il premio della Settimana europea della mobilità è stato attribuito a Bologna, che ha organizzato un intero fine settimana senza macchina, invece di una sola giornata, e mettendo in atto misure permanenti che includevano la creazione di punti di ricarica per le auto elettriche e un piano per estendere fino a 130 km la rete cittadina di piste ciclabili. Zagabria (Croazia) e Larnaka (Cipro) sono state le altre due finaliste.

Dal suo lancio nel 2002 la Settimana europea della mobilità ha visto aumentare progressivamente il numero delle città partecipanti: nel 2011 vi hanno preso parte 2 268 città di tutto il mondo. Le città europee possono sottoscrivere la Carta europea della mobilità e pubblicare i loro programmi sul sito.

Janez Potočnik, Commissario europeo per l’Ambiente, ha dichiarato: “La pianificazione della mobilità urbana sostenibile consente di conciliare lo sviluppo dei trasporti, la qualità ambientale e la giustizia sociale. Una migliore pianificazione consente alle città di migliorare la mobilità e la qualità dell’aria, di ridurre le emissioni inquinanti e l’inquinamento sonoro e di creare un ambiente urbano più salubre. Muovendoci verso un sistema di trasporto sostenibile ed efficiente potremo potenziare la mobilità, riducendo allo stesso tempo l’inquinamento e migliorando la qualità dell’aria a beneficio dei cittadini. Iniziamo dunque a muoverci!”

Nell’ambito della Settimana Europea della mobilità Banca Popolare Etica e APS Opere e Servizi hanno firmato una convenzione per l’utilizzo del servizio Car Sharing a Padova a tariffe agevolate. Grazie a questo accordo, tutti i soci correntisti di Banca Etica in Italia potranno iscriversi presso la sede di Padova per utilizzare il servizio in tutte le città appartenenti al circuito ICS (Iniziativa Car Sharing) ed abbonarsi alle tariffe convenzionate riservate ai titolari di conto corrente attivato presso una delle filiali di Banca Etica in Italia. Il servizio sarà disponibile anche per i dipendenti della sede di Padova, alle condizioni che verranno comunicate dalla sede centrale. Il servizio Car Sharing, partito a Padova a Settembre 2011, conta ad oggi tra i suoi utenti 43 iscritti privati e 15 tra aziende ed associazioni, con una flotta di 10 auto dislocate in 8 parcheggi situati nelle zone strategiche della città. L’accordo segna un’alleanza importante nel settore della mobilità sostenibile, a favore di un target già sensibile alle tematiche riguardanti il rispetto ambientale e la responsabilità sociale.

Comments are closed.