Si è conclusa l’ottava edizione di PlayEnergy

Due classi della scuola primaria – la Scuola Benedetto Marcello direzione di Selvazzano Dentro (PD) – 2 della scuola secondaria di primo grado- Scuola Giuseppe Leva di Travedona Monate (VA) – e una per quella di secondo grado – dell’IPSIA Innocente Pittoni di Conegliano (TV) – si sono aggiudicati i premi dell’ottava edizione di PlayEnergy, il concorso attraverso il quale Enel rinnova il suo impegno verso i giovani e la scuola promuovendo la diffusione di una conoscenza e di una coscienza energetica, coinvolgendo bambini e ragazzi nella scoperta del mondo dell’energia e della scienza. A premiare i ragazzi è stato Tiziano Ferro.Enel ha premiato le classi che si sono distinte con premi “tecnologici”: console Nintendo Wii, mappamondi interattivi, biciclette elettriche, mini Hifi per Ipod, il gioco didattico “Come funziona l’elettricità”, Nintendo DS col gioco practise english, lampade di design e week-end in una capitale europea. Inoltre, a testimonianza di un impegno costante verso il mondo della scuola, il primo istituto classificato a livello nazionale, per ciascuna delle 3 categorie, si aggiudicherà l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW (è previsto un finanziamento di 6.000 euro per le scuole che non avessero i requisiti tecnici necessari per l’installazione). Al secondo e terzo classificati andranno invece finanziamenti rispettivamente di 3.500 e 1.500 euro.

All’edizione di quest’anno hanno preso parte anche studenti stranieri. Questi i premiati: per la Romania è stata premiata la classe aXa MI3 del Colegiul National Constantin Diaconovici Loga di Timisoara per il progetto “Energy! Not a question anymore”, in Slovacchia invece il premio è andato alla classe Tretí ročník della Scuolal SOŠ drevárska di Topoľčany che ha presentato il lavoro “Renewable Energy home”, per la Russia si è aggiudicata il primo posto la classe 11th grade della School School №8 di Asbest Town con il progetto “The source of innovative Energy”. I migliori degli Stati Uniti sono i ragazzi della E.C Best Elementary School of Fallon, Nevada che si sono aggiudicati il primo posto grazie all’elaborato “Renewable Energy in Jamaica”, mentre per il Brasile la medaglia d’ora è andata al progetto “A shine in the Backcountry” presentato dagli studenti della Escola Municipal Rui Barbosa of Cafarnaum – Beca (Bahia).

Comments are closed.