‘Sull’acqua il massimo della trasparenza’, campagna Coop-Federutility

Da oggi in circa 500 punti vendita Coop saranno esposte le tabelle con i parametri sulla qualità dell’acqua “di casa” e saranno distribuiti un milione di opuscoli descrittivi del significato di ciascun parametro. L’iniziativa, lanciata oggi da Coop e Federutility, rientra nella campagna informativa “Sull’acqua il massimo della trasparenza”. Si tratta della seconda volta che Coop scende in campo sul tema dell’uso corretto e consapevole dell’acqua. Già nel 2010, infatti, la cooperativa di consumatori aveva ‘fatto centro’ con la campagna “Acqua di Casa Mia” volta a promuovereil consumo dell’acqua del rubinetto o di acque minerali provenienti da fonti vicine. In questa nuova iniziativa si avvarrà della collaborazione di Federutility che rappresenta il 95% delle aziende che gestiscono il servizio idrico.  Insieme hanno redatto i materiali informativi che hanno l’obiettivo di informare i consumatori sui limiti che la legge prevede per ciascun parametro.

“Esporre nei nostri negozi le tabelle sulla qualità dell’acqua del rubinetto – ha precisato Enrico Migliavacca, vicepresidente vicario di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop)- è una scelta perfettamente coerente con i principi di tutela dell’ambiente e di promozione di un consumo consapevole, che sono tipici del nostro modo di fare impresa. Per noi è doveroso mettere i consumatori nelle condizioni di scegliere responsabilmente e sul tema dell’acqua abbiamo ritenuto urgente fornire gli strumenti necessari per esercitare il diritto di scelta. In assenza di informazioni complete sulla qualità dell’acqua, sappiamo bene che i cittadini possono avere una percezione sbagliata in termini di affidabilità e comunque sono portati a deciderneil consumo principalmente in base al sapore”.

 Per Mauro D’Ascenzi – vicepresidente di Federutility – “la sensibilità dei cittadini verso l’ambiente e verso la qualità dell’acqua è cresciuta negli anni. Le aziende pubblicano da tempo i parametri di qualità dell’acqua sulle proprie bollette e ormai quasi tutte hanno delle pagine web con i dati aggiornati. Il valore aggiunto di questa iniziativa per la promozione dell’acqua di rubinetto è far riflettere il cittadino nel momento esatto in cui pensa all’alimentazione, ovvero mentre fala spesa. Del resto, il livello qualitativo dell’acqua italiana è tra i più alti d’Europa nonostante le tariffe più basse. Non è questione di fortuna, ma delle decine di migliaia di controlli quotidiani effettuati su tutta la rete”.

Comments are closed.