Valle dei Veleni, appello di WWF e Comitato De Grazia all’Europa

WWF e Comitato Natale De Grazia rivolgono un appello alla Commissione Europea: intervenire sul Governo italiano perché la Valle dei Veleni sia messa in sicurezza. In occasione del sopralluogo di oggi della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo nella valle del Fiume Oliva nei pressi di Amantea, a Cosenza, in Calabria, tristemente nota come “Valle dei veleni”, il WWF e il Comitato Civico Natale De Grazia hanno consegnato un promemoria agli europarlamentari con denunce e proposte per la messa in sicurezza e la bonifica dell’area. Si tratta di un dossier che ribadisce i dati preoccupati su malattie e tumori nei comuni dell’area, dove sono seppellite illegalmente sostanze nocive e radioattive.

“Rivolgiamo un appello alla Commissione Ambiente del Parlamento Europeo affinché solleciti un intervento della Commissione Europea sul Governo italiano per la messa in sicurezza e la bonifica della Valle dei Veleni, nel rispetto dei principi comunitari ‘chi inquina paga’, di prevenzione e precauzione”, ha detto Raniero Maggini, vicepresidente del WWF Italia. Il dossier delle due associazioni ricorda che in tutte le indagini compiute da organi ufficiali sono state confermati gli elevati rischi per la salute umana e l’ambiente nella Valle dell’Oliva legati, tra l’altro, alle alte concentrazioni di metalli pesanti (tra cui il mercurio, il cromo totale, il cadmio e il cobalto), di sostanze chimiche altamente nocive (quali l’arsenico), di contaminanti cancerogeni quali diossine e furani, di idrocarburi, di radionuclidi artificiali con elevata radio-tossicità (antimonio 124, cadmio 109 e cesio 137), provocati dallo sversamento e dal seppellimento illegali di rifiuti e sostanze pericolose.

Comments are closed.