ACQUISTI. Anva-Confesercenti: “Oltre 5 mln di italiani preferiscono i mercati”

Nei mercati il consumatore si sente "sovrano". Per oltre cinque milioni di italiani i mercati rappresentano il canale preferito per i propri acquisti. I motivi della scelta? Convenienza, atmosfera, confrontabilità fra i prezzi e possibilità di trovare prodotti diversi. Sono alcuni dei risultati della ricerca sull’ambulantato presentata oggi a Cesena nell’ambito dell’Assemblea Annuale dell’Anva-Confesercenti, l’associazione dell’ambulantato che compie 60 anni ed è fra i soci fondatori della Confesercenti.

La ricerca sottolinea che l’ambulantato è un settore ampio e articolato: 162.269 imprese attive al 30 giugno 2008. Le attività a posteggio fisso sfiorano le 100 mila unità. Il commercio su strada occupa 226 mila addetti, per i tre quarti titolari. Crescono inoltre, nel settore, le imprese con titolare di nazionalità straniera: uno su quattro è straniero. Nelle attività a posteggio fisso i titolari stranieri sono l’8,1% ma erano solo il 4,9% nel 2001.I

Il giro d’affari supera i 25 miliardi di euro. Tremila i mercati aperti ogni giorno e 10 mila quelli settimanali. Sui banchi degli ambulanti grava però, afferma Anva-Confesercenti, l’ombra rappresentata da oltre 30.000 abusivi che, vendendo per lo più merce griffata contraffatta, sviluppano un volume d’affari annuo stimato in 1 miliardo di euro.

Comments are closed.