ACQUISTI. Arrivano 200 prodotti verdi nei negozi Coop di Faenza

Duecento prodotti "verdi", proposti e segnalati nei tre punti vendita Coop di Faenza, per aiutare i clienti a fare la spesa con maggiore attenzione all’ambiente e al consumo sostenibile. È l’iniziativa "Scegli ambiente", con la quale Coop Adriatica partecipa al progetto "Dall’etica all’etichetta", promosso dal Centro di educazione ambientale del Comune di Faenza (Cea Faenza21) insieme alla facoltà di Scienze ambientali dell’Università di Bologna, sede distaccata di Ravenna.

L’iniziativa vuol diffondere tra i cittadini abitudini di consumo compatibili con l’ambiente. Gli articoli – biologici, ecologici, confezionati con materiale riciclato, oppure a imballaggio ridotto o riutilizzabile, tutti a marchio Coop o Libera Terra sono segnalati sugli scaffali con un cartellino verde con un albero stilizzato: tra gli altri, i detersivi in contenitori di plastica riciclata, i dentifrici senza involucro di cartone, il tonno pescato con tecniche sostenibili, il caffè con confezioni ridotte al minimo, i formaggi venduti senza vaschetta.

Fino a fine novembre, inoltre, i tre negozi valorizzeranno una selezione dei più "virtuosi" tra questi prodotti, che verranno disposti a rotazione in uno scaffale di fronte alle casse. Coop Adriatica darà inoltre sostegno anche ai laboratori nelle scuole e al concorso a premi promossi dal Comune, che porteranno alla realizzazione di un "Portale del consumo sostenibile" e alla diffusione di un block notes con riflessioni scritte dai ragazzi per una spesa attenta all’ambiente.

"Vogliamo verificare se è possibile aiutare e stimolare i clienti a fare la spesa ragionando anche in termini di tutela ambientale – spiega il direttore delle Politiche sociali di Coop Adriatica, Marco Gaiba – Scegli Ambiente contribuirà infatti alla realizzazione della ricerca per la costruzione dell’Indice sui consumi sostenibili, curata dall’Università: uno studio sulla possibilità della grande distribuzione di incidere sui comportamenti d’acquisto dei consumatori, indirizzandoli verso scelte più sostenibili".

Comments are closed.