ACQUISTI. Bene le vendite dirette. Dati Avedisco

Nel trimestre peggiore dell’anno per l’economia italiana, tengono le vendite dirette: secondo Avedisco, l’associazione che riunisce le aziende del ramo, il primo trimestre si è chiuso con un fatturato di 331 milioni di euro, facendo registrare un lieve incremento dello 0,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il comparto più dinamico è stato "cosmesi/accessori moda" con un aumento del 4,2% seguito da quello alimentare nutrizionale (+3,2%) e dai "beni di consumo casa" (+3%). Sostanziale tenuta per i "beni durevoli casa" (-0,5%), mentre hanno registrato una flessione il "tessile" (-5,4%) e i "servizi/utilities" (-49,3%). I "beni durevoli casa", con una quota di mercato del 46,7%, continuano a essere il settore più importante della vendita diretta a domicilio, seguito dall’alimentare (17,3%) e dalla cosmesi (15,1%).

Comments are closed.