ACQUISTI. Blocco prezzi, Adiconsum e Gdo firmano accordo

Per protestare contro gli aumenti ingiustificati sui prezzi è necessario boicottare quei prodotti, quei marchi, quei negozi, che, strumentalizzando le variazioni dei costi di alcune materie prime internazionali, aumentano i prezzi del 10 o del 20%. Contro queste scelte servono risposte mirate, in quanto generiche richieste di riduzione del 5% non producono nessun risultato.

In quest’ottica rientra l’accordo siglato da Adiconsum con la grande distribuzione di Auchan nella città di Padova, dove sono stati bloccati e ridotti i prezzi di circa 50 prodotti. Adiconsum ha chiesto anche alle altre strutture della grande distribuzione organizzata – in particolare a COOP, CARREFOUR, PANORAMA, CONAD, ecc. – di bloccare e ridurre i prezzi.

L’invito di Adiconsum è di "congelare"non solo i propri prodotti a marchio, ma anche i prodotti di altre marche e coprire i bisogni delle famiglie: dal pane alla pasta, dalla carne alla frutta, ecc.. Oggi, alle 14,30 si terrà l’incontro tra il Ministro De Castro e le associazioni consumatori, nel corso del quale Adiconsum riproporrà al Governo di impegnare la distribuzione grande e piccola su un paniere di prodotti sensibili. Adiconsum nel corso dell’incontro chiederà anche che, laddove vi siano segnalazioni di comportamenti speculativi, al Governo e ai Comuni di attivare o gli ispettori della Polizia Annonaria affinchè controllino prezzi esposti e fatture di acquisto.

Comments are closed.