ACQUISTI. Camera di Commercio di Milano: la spesa dei consumatori lombardi è sempre più biologica

La spesa dei cittadini lombardi diventa sempre più biologica: dal 2008 al 2009 crescono del 14,2% i venditori di prodotti bio, del 38,5% le imprese con vendita diretta al pubblico e del 18,2% i siti di e-commerce di prodotti biologici. Complessivamente le attività lombarde del settore sono 403, le più presenti sono i negozi di alimenti bio, 192 imprese (17% del totale italiano). Le voci più importanti per la spesa alimentare bio delle famiglie milanesi sono: carne (22,8%) e frutta e verdure (17,7%). Seguono latte, formaggi e uova (13,3%), pane e cereali (12%), zucchero, caffè (10,7%), bevande (10,4%). Solo dopo arriva il pesce (5,8%). Chi vive con un’altra persona risparmia il 20% rispetto al single e chi vive con due persone risparmia il doppio.

E’ quanto emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro imprese al I trimestre 2011 e dalla indagine sui consumi delle famiglie milanesi, di cui si è discusso oggi al convegno "Il consumo consapevole in prospettiva dell’Expo".

"L’iniziativa di oggi si inserisce in un percorso che la Camera di commercio sta curando in vista di Expo – ha dichiarato Carlo Franciosi, Membro di Giunta della Camera di commercio di Milano – Il settore agricolo e alimentare sarà al centro dei temi promossi per la manifestazione. Un ambito in cui il nostro territorio può portare un proprio contributo significativo grazie alla ricchezza e alla qualità delle nostre imprese agricole". "Aumenta la domanda di prodotti biologici e questo è il segno di un consumatore sempre più attento e consapevole – ha commentato Lucia Moreschi, consigliere della Camera di commercio di Milano – Ciò è indice di una maturità e di una sensibilità alle problematiche ambientali e della salute che sono comuni sia agli operatori del settore che ai consumatori della Lombardia".

Comments are closed.