ACQUISTI. Cento prodotti a prezzi ridotti e meno imballaggi. Gli impegni di Coop per il 2009

Nel 2009 Coop ridurrà del 20% i prezzi di 100 prodotti a marchio e del 30% 4 prodotti di ortofrutta e 2 di carne. Per far questo investirà 68 milioni di euro e punterà soprattutto sui prodotti a marchio, lanciandone almeno 200 di nuovi. Ai consumatori attenti all’ambiente verrà proposta una sola linea di prodotti, per evitare confusioni tra quelli eco-logici e quelli bio-logici; per i consumatori con un alto potenziale di spesa verranno proposti nuovi prodotti groumet e piatti pronti, di migliore qualità.

Si è pensato anche ai cittadini che soffrono di patologie legate al regime alimentare, ad esempio il colesterolo alto, l’ipertensione, il diabete; per loro ci sarà una gamma specifica di prodotti che vanno altre il "senza zucchero". Coop diventerà, infine, il primo interprete in Italia delle indicazioni OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, in materia di obesità infantile; dunque grazie a prodotti di grande valore nutrizionale, dedicati soprattutto ai bambini, cercherà di instaurare una positiva relazione con le mamme.

Questi sono soltanto alcuni dei punti inseriti nel Preventivo Sociale per il 2009 della Coop, presentato oggi a Roma. "Questi sono gli impegni che porteremo avanti quest’anno negli interessi dei nostri soci, che sono quasi 7 milioni, ma anche negli interessi degli stakholder e di tutti i consumatori che oggi soprattutto hanno bisogno di maggiore qualità e sicurezza dei prodotti alimentari".

E’ quanto ha dichiarato il vicepresidente Coop Italia Riccardo Bagni ricordando, inoltre, che dal 1° gennaio 2009 è vietata la vendita di alcolici ai minori di 18 anni negli oltre 130 punti vendita Coop in tutta Italia.

Il 2009 di Coop sarà quindi contraddistinto da un sistema di garanzia ancora più forte e credibile, rafforzando il presidio sul controllo delle materie prime e sui fornitori, sui sistemi di verifica delle potenziali frodi, con un occhio particolare a olio, latticini e cereali. Ai fornitori verrà rilasciato il piano di prevenzione sulla presenza di micro tossine e proseguiranno i controlli sulle cessioni di sostanze chimiche dagli imballaggi degli alimenti.

E’ previsto, per quest’anno, l’ingresso sul mercato del paracetamolo a marchio Coop, per garantire al consumatori prezzi equi anche sui medicinali. Ma il 2009 sarà anche l’anno dell’ambiente e delle generazioni future. A fine anno tutti i punti vendita Coop smetteranno di vendere le lampadine a incandescenza, con un anno di anticipo rispetto ai termini di legge, e le sostituiranno con lampadine a risparmio energetico.

Si continueranno le campagne "Risparmia le energie", che informa e sensibilizza i consumatori ai temi del cambiamento climatico e della sostenibilità, e "Coop for Kyoto" che ha distribuito a 101 fornitori dei prodotti a marchio Coop una Guida contenente una serie di possibili azioni per ridurre il consumo energetico. Al 31 gennaio 2009 sono già attivi 26 impianti fotovoltaici, che alimentano punti vendita, magazzini e sedi delle cooperative; a fine 2009 sono previsti 55 impianti attivi che avranno una potenza di picco complessiva di 12.000 kWp.

Non meno importante è, per Coop, la questione della riduzione dei rifiuti. La prima azione è stata già fatta sull’imballaggio di 100 prodotti, che hanno seguito la politica delle 3 R (Riduzione, Riciclo, Riutilizzo); si prevede ora una riduzione del consumo di risorse a monte, quindi materie prime ed energia. Si rafforzeranno le filiere a "Km zero", le iniziative di sensibilizzazione ad un uso di borse riutilizzabili o biodegradabili, al posto delle Shopper usa e getta di plastica, la vendita di detersivi ecologici sfusi.

Da non sottovalutare saranno le etichette informative che considereranno anche l’impatto ambientale del prodotto lungo l’intero ciclo di vita, dalla produzione allo smaltimento, attraverso la metodologia di analisi dei LCA (Life Cycle Assessment).

Comments are closed.