ACQUISTI. Con i “Mondiali” arrivano anche le offerte. Quali scegliere?

Quale occasione migliore dei Mondiali di calcio per lanciare offerte e promozioni? Altroconsumo ha fatto un giro delle principali catene specializzate in hitech e di quelle tradizionali e ha pubblicato un elenco delle offerte. Carrefour regala, per ogni 10 euro di spesa, un dischetto con la foto di un giocatore, da collezionare; Esselunga lancia una raccolta bollini per avere un pallone al prezzo di 5 euro: un bollino ogni 25 euro di spesa e bisogna raccoglierne 15. Per avere il pallone, alla fine, si spendono 375 euro, mentre alla Decathon lo stesso pallone costa soltanto 5 euro. Passando alle catene specializzate, Unieuro propone le schedine motomondiale: indovinando i risultati di 8 partite si possono vincere premi in denaro fino a 10.000 euro. Media World ha lanciato l’iniziativa "ci credi o non ci credi": entro il 22 maggio si poteva puntare sulla vincita o sconfitta dell’Italia ai mondiali: nel primo caso su alcuni prodotti viene dato un buono pari al 100% del valore del prodotto, nel secondo caso del 30%. Infine, le promozioni tradizionali di Darty e Euronics che puntano sulle immagini dei mondiali sui televisori.

E ci sono anche prodotti particolari: l’offerta di Lavazza "gustati un caffè da campioni", regala Sky per tre mesi se si acquista la macchina del caffè. TomTom rimborsa il prezzo d’acquisto in buoni carburante, se l’Italia vince i mondiali. Bisogna registrarsi al sito ed è valida solo per due modelli della loro gamma con un valore compreso tra i 260 e i 300 euro.

Non vanno dimenticate le pubblicità legate all’alta definizione (da parte del consorzio Dgtv e di Sky) e quelle che riguardano in generale televisori, che approfittano del passaggio al digitale (per esempio in Lombardia, in questi giorni) per invitare la gente ad acquistare un nuovo tv.

Ma come bisogna valutare tutte queste proposte? Altroconsumo ricorda che per continuare a vedere la tv dopo il passaggio al digitale, non si è obbligati ad acquistare un nuovo televisore con decoder incorporato. Basta un decoder esterno da 20 euro per ricevere il nuovo segnale. Secondo Altroconsumo è sempre meglio usufruire di uno sconto certo e sicuro (per esempio un sottocosto con un immediato risparmio) piuttosto che partecipare a un concorso con uno sconto/premio solo potenziale. Le raccolte punti, poi, servono essenzialmente ai punti vendita a fidelizzare i consumatori, cioè a concentrare tutti gli acquisti presso di loro: in questo modo si perdono però opportunità di sconti interessanti offerti dai loro concorrenti.

 

Comments are closed.