ACQUISTI. Condizionatori, i consigli e le proposte dell’Adoc

"Veri incentivi fiscali per gli over settantacinque che acquisteranno condizionatori per la casa di residenza e sgravi totali fiscali sulle bollette della luce dei mesi di luglio e agosto se gli intestatari delle bollette sono le stesse persone anziane". E’ la richiesta di Carlo Pileri, presidente dell’Adoc al Governo a sostegno di tutti coloro, in particolare degli anziani, che si trovano in questi giorni ad affrontare il caldo torrido e quindi ad acquistare un condizionatore.

L’associazione si rivolge anche alle società che gestiscono il servizio: "L’auspicio è quello che le società dell’energia elettrica esentino dalle spese fisse mensili (canone) le bollette dei titolari anziani per gli stessi mesi di luglio e agosto. Già questi impegni potrebbero garantire un’estate più serena a diverse migliaia di cittadini di età avanzata, evitando il rischio di trovarsi di nuovo a commentare dati tragici".

L’Adoc ha inoltre messo a punto un un decalogo per tutti coloro che si apprestano ad acquistare un condizionatore.

  • Se si intende acquistare un condizionatore, farlo durante l’inverno: si avrà a disposizione una maggiore scelta.
  • Ove possibile preferire i cosiddetti modelli "Split": a parità di freddo ceduto all’ambiente, consumano di meno. Cercare anche di acquistare modelli dotati di alimentazione ad "inverter": nel funzionamento a potenza ridotta (la più comune) consumano anche il 30% in meno.
  • Sui manuali in dotazione all’apparecchio dovrebbe sempre venire indicato il coefficiente di rendimento (Cop): più questo valore è elevato, più l’impianto è economico. Fare inoltre attenzione a che il condizionatore che stiamo acquistando, utilizzi gas refrigeranti ecocompatibili.
  • Il buon funzionamento del condizionatore dipende sia dalla qualità della macchina, sia da una perfetta installazione, lavoro "a regola d’arte" che si ottiene solo rivolgendosi a un tecnico di serietà ed esperienza. La prima regola è quella di verificare che colui che effettua l’installazione sia un operatore qualificato.
  • Verificate la presenza dei marchi di sicurezza che attestano la rispondenza dell’apparecchio alle norme nazionali ed europee. La legge obbliga i produttori a esporre su ogni apparecchio una targhetta in cui devono essere chiaramente indicati: . nome e marchio della casa produttrice; nome e numero del modello; consumo energetico espresso in KW/anno; decibel di rumorosità; simbolo CE; . marchi di sicurezza, diversi per ogni nazione;
  • Più certificazioni di qualità ha la macchina e l’azienda che scegliete (ISO9001, ISO14001, ecc…), più tendenzialmente costa, ma maggiori sono le garanzie per chi acquista;
  • Scegliere sempre apparecchi che garantiscano un buon rapporto qualità/prezzo, non sempre maggior costo vuol dire migliore qualità, ma risparmiare all’osso é sempre controproducente;
  • Assicuratevi che nel prezzo finale non ci siano sorprese e cioè chiedete il prezzo comprensivo di installazione e IVA.

 

Comments are closed.