ACQUISTI. Estate, UNI elabora nuova norma per occhiali da sole sicuri

L’estate è ormai alle porte ma non tutti conoscono l’importanza di difendere i propri occhi dai raggi solari. Al contrario, nell’acquisto degli occhiali da sole molti ancora scelgono le bancarelle, senza badare alla qualità delle lenti. Ma con la salute non si scherza. Lo sottolinea l’UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione), che consiglia di prediligere sempre articoli a norma. Al fine di accrescere ulteriormente gli standard di sicurezza l’ente ha pubblicato la norma UNI EN 1836:2006 "Protezione personale degli occhi – Occhiali da sole, filtri per la protezione contro le radiazioni solari per uso generale e filtri per l’osservazione diretta del sole".

La nuova norma stabilisce i parametri meccanici e ottici che devono rispettare le lenti ad uso solare, ad esclusione di quelle correttive. Più precisamente si tratta delle lenti di uso comune (incluse quelle che vengono utilizzate in strada durante la guida), ma non delle lenti per la protezione dalle radiazioni da sorgenti di luce artificiali (ad esempio solarium) o delle lenti di protezione degli occhialoni da neve.

Quali sono gli occhiali da sole "sicuri"? Solo quelli, specifica l’UNI, "privi di parti sporgenti, di spigoli vivi che possono causare disagio o addirittura lesioni all’utilizzatore. Inoltre, i materiali con i quali vengono prodotti, sia lenti che montature, non devono in alcun modo causare irritazioni o reazioni tossiche alla pelle dell’utilizzatore".

I nostri occhi sono difesi dalle radiazioni solari (UVA e UVB) se le lenti hanno determinati requisiti. La norma UNI indica 5 categorie di filtri protettivi, a partire dalla categoria 0 (trasparente o colore chiaro) fino alla categoria 4 (colore molto scuro). Quest’ultima non è adatta durante la guida, informazione che deve essere fornita al consumatore mediante l’apposizione di un apposito simbolo approvato, con altezza minima di 5 mm. Sono invece adatti all’uso notturno i filtri solari fotocromatici (cioè quelli che a seconda dell’intensità della luce si schiariscono o si scuriscono), nel caso sia dimostrato che si schiariscano a sufficienza per consentire una buona visione.

Nell’acquisto degli occhiali da sole accertiamoci che ci sia:

  • il riferimento della norma UNI EN 1836
  • l’identificazione del fabbricante o del fornitore
  • il numero della categoria del filtro
  • il tipo di filtro (es. fotocromatico, ecc.)
  • Le istruzioni per la cura, la manutenzione e la pulizia.

Comments are closed.