ACQUISTI. Federconsumatori, i saldi non abbattono la crisi

I saldi estivi non hanno risollevato le tasche degli italiani che, probabilmente, sono ancora spaventati dalla crisi e non si stanno lanciando negli acquisti. Secondo le previsioni e le rilevazioni effettuate dall’Osservatorio Federconsumatori, infatti, il calo degli acquisti a saldo sarà complessivamente dell’ordine del – 40-45% rispetto all’anno scorso, con una spesa complessiva che non supererà i due miliardi di euro, pari a 150 euro a famiglia.

Altrettanto si può dire, purtroppo, per quanto riguarda le vacanze estive, settore in cui, sia dalle previsioni che dai primi dati effettivi, si registra un calo consistente del "consumo" turistico. Si calcola, infatti, che solo il 41-42% delle famiglie sarà coinvolta dalle vacanze estive, peraltro con una ulteriore riduzione della durata del soggiorno ed un notevole aumento del fenomeno della vacanza "mordi e fuggi".

"È alla luce di questi disastrosi andamenti – scrive Federconsumatori in un comunicato – che vorremmo venisse attuata, da parte degli operatori del settore, un’iniziativa di saldi turistici, attraverso una campagna incisiva, con forti promozioni e sconti, al fine di permettere ad un numero più ampio di cittadini di usufruire di un sacrosanto periodo di vacanze, per migliorarne la condizione di vita, specialmente in una situazione in cui la crisi sta incidendo negativamente su tutti gli aspetti del vivere sociale, civile e culturale del Paese".

 

Comments are closed.