ACQUISTI. Furti nei negozi: d’estate si rubano occhiali da sole e creme abbronzanti

D’estate anche i furti nei negozi si adattano alle alte temperature e diventano più frequenti: nella lista dei prodotti maggiormente soggetti a furto si trovano occhiali da sole, creme abbronzanti e idratanti, asciugamani e costumi da bagno, sandali e scarpe da mare. In cima all’elenco ci sono comunque i prodotti di cosmetica e per la cura del corpo, come emerge dall’ultimo Barometro Mondiale dei Furti nella Distribuzione.

Lo stagionale riproporsi del furto rappresenta un’ulteriore prova degli effetti negativi della crisi economica sulla capacità d’acquisto e sull’onestà del consumatore. Per aiutare i negozianti a proteggere gli articoli in esposizione, che assicurano le vendite anche in questo periodo di contrazione dei consumi, Checkpoint Systems, leader mondiale per la gestione delle differenze inventariali, la visibilità della merce e le soluzioni di etichettatura dei capi d’abbigliamento, presenta il suo decalogo.

Il primo consiglio è quello di utilizzare un’attrezzatura intelligente, cioè sistemi che offrono informazioni dettagliate sul numero di ingressi in negozio e sulle aree più interessate ai tentativi di furto. E’ importante promuovere i programmi di protezione alla fonte: quanto più protetti arrivano i prodotti allo spazio di esposizione, maggiore sarà la vendita. L’ambiente d’acquisto deve però restare gradevole: la protezione degli articoli non deve in alcun modo rappresentare un ostacolo nell’esperienza d’acquisto del consumatore. Bisogna, poi, riesaminare il processo decisionale del ladro professionista, ma anche del personale interno: un quarto dei furti, infatti, avviene per mano dei dipendenti. Infine, è importante partecipare alle azioni di sensibilizzazione cittadina, educando i cittadini contro i furti, allertandoli dei pericoli relativi al consumo o all’acquisto di articoli rubati.

 

 

Comments are closed.