ACQUISTI. “Prezzi bloccati” nelle Marche, due punti vendita verificati

"Prezzi Bloccati". Le associazioni dei Consumatori sono scese in campo sabato per verificare il rispetto della campagna promossa dalla Regione Marche e firmata lo scorso febbraio alla presenza di Mister Prezzi, in due punti vendita del Piceno. Lo riferisce in un comunicato il Movimento Difesa Cittadino (MDC).

L’accordo è stato firmato il 15 febbraio scorso alla presenza del Garante per la Sorveglianza dei Prezzi Antonio Lirosi e prevede che il prezzo di un paniere di prodotti, variabile a seconda delle dimensioni del punto vendita, rimanga bloccato dal primo marzo al 31 agosto. Alle associazioni dei consumatori è stato riconosciuto un ruolo di collaborazione nella verifica e nella raccolta di segnalazioni.

Ai consumatori è stato anche chiesto di compilare dei questionari per verificare il livello di conoscenza e di gradimento dell’iniziativa, ma anche per capire quali sono le maggiori difficoltà che le famiglie devono sostenere per far fronte alle spese quotidiane. "Davvero interessanti – hanno affermato in una nota le associazioni ACU, Adiconsum, ADOC, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Il Quadrifoglio e MDC, che operano nella regione – i risultati emersi dalle centinaia di questionari compilati dai consumatori la scorsa settimana".

Secondo i primi risultati, infatti, i consumatori si dichiarano "aperti a nuove forme di acquisto, come quella ‘a consumo’ presso i distributori automatici (ad esempio quelle già avviate di latte fresco o di detersivi) perché convinti della possibilità di risparmio e quindi ne approverebbero una maggiore diffusione sul territorio".

"Dall’analisi dei questionari – hanno concluso le Associazioni – emerge una forte preoccupazione da parte dei consumatori che nella spesa quotidiana denunciano i forti rialzi del prezzo del pane e dell’ortofrutta in particolare – sottolineano le associazioni – mentre accusano le maggiori difficoltà nel sostenere il pagamento delle tariffe di gas, acqua, luce e dei servizi pubblici in generale che pesano in maniera sempre più consistente sui bilanci familiari."

Comments are closed.