ACQUISTI. Saldi, CTCU: “Attenzione ai prezzi ingannevoli”

Molti commercianti aumentano artificiosamente i prezzi dei loro prodotti per far apparire più alto lo sconto applicato durante i saldi. Si tratta di vere e proprie indicazioni di prezzo ingannevoli, volte a raggirare il consumatore. Walther Andreaus, direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti della provincia di Bolzano (CTCU) ricorda che "l’unico modo per proteggersi da queste truffe è di comparare i prezzi". In caso di saldi truccati, i clienti sono chiamati a denunciare alla Guardia di Finanza o alla Polizia annonaria eventuali sconti "fasulli".

In particolare, il CTCU chiede all’Assessore provinciale al commercio di Bolzano, Werner Frick, di aumentare la protezione contro queste forme di raggiro. Le sanzioni applicabili vanno da € 258 a € 3098 e non rappresentano un valido ed efficace deterrente. Anzi, per alcuni commercianti poco trasparenti, possono essere intese come un "salvacondotto", e una volta pagate, danno il diritto a raggirare nuovamente i clienti. Secondo l’associazione le sanzioni per questo tipo di violazioni vengano almeno decuplicate.

Per il Centro è essenziale che le "class action"(o azioni di classe), al momento discussa in parlamento, siano rese possibili cause di indennizzo collettivo da parte delle organizzazioni dei consumatori. Solo in questo modo, i consumatori potranno essere protetti in modo efficace da queste pratiche ingannevoli.

Il CTCU chiede infine assoluta chiarezza e trasparenza nell’indicazione dei prezzi per i consumatori, anche durante i saldi. I consumatori a loro volta dovranno però prestare molta attenzione e diffidare di prezzi "civetta" o ambigui. Si ricorda inoltre, che anche durante il periodo dei saldi, vigono le stesse regole che sono in vigore durante le vendite abituali. I clienti faranno perciò bene, a custodire lo scontrino. "Quando il commerciante si offre di cambiare il prodotto anche senza l’esibizione dello scontrino, lo fa solo per cortesia. Sono soprattutto queste cortesie che vengono spesso meno durante il periodo dei saldi. I consumatori dovrebbero perciò sempre richiedere lo scontrino."

Comments are closed.