ACQUISTI. Saldi, i 5 consigli dell’Unione Nazionale Consumatori

Anche a Roma è iniziata la stagione dei saldi. File interminabili davanti ai negozi della Capitale alla ricerca del capo all’ultima moda al prezzo irripetibile. Tuttavia non è difficile imbattersi in delle fregature. L’Unione Nazionale Consumatori ha diffuso alcuni consigli da tenere a mente sempre ma in modo particolare durante i saldi quando l’esborso è maggiore. Ogni famiglia – calcola l’UNC – in questo periodo spenderà in media 200 euro e quasi 20 milioni di italiani saranno interessati negli acquisti.

Ecco i consigli:

1) conservare lo scontrino, poiché anche la merce in saldo deve essere cambiata se difettosa, entro 2 mesi dalla scoperta;
2) preferire i saldi di articoli venduti in pochissimi numeri e taglie, che sono quelli più seri e, generalmente, i più convenienti, trattandosi di merce residua di cui il negoziante ha interesse a disfarsi i negozianti sono obbligati ad accettare i pagamenti con carte di credito anche durante i saldi;
3) controllare sempre le taglie quando si tratta di un capo d’abbigliamento a due pezzi, soprattutto se non è ammessa la prova di indossabilità, poiché potrebbero essere due taglie diverse;
4) diffidare dai saldi superiori al 60%;
5) se si rilevano scorrettezze e disservizi, le autorità competenti sono i Vigili urbani.

Comments are closed.