ACQUISTI. Spesa alimentare, al primo posto i supermercati

Nella spesa alimentare vince il supermercato, ma il negozio tradizionale batte i farmer market. Al primo posto ci sono i supermercati, frequentati dal 62% degli italiani, seguiti dagli ipermercati (31%) e dai discount (10%). Il negozio di vicinato è la meta preferita per il 16% di chi fa acquisti, per l’11% i mercati rionali, mentre i farmer market e l’azienda agricola, che prevedono un contatto diretto tra produttore e consumatore finale, sono stati indicati come uno dei luoghi di acquisto dei prodotti alimentari da parte del 4% degli intervistati. Sono i principali risultati di un’indagine realizzata da Nomisma-Demetra sui responsabili familiari per gli acquisti alimentari. A comunicarlo, una nota di Fedagri-Confcooperative.

"Le cooperative agroalimentari sono interlocutori privilegiati di tutti i diversi canali di vendita – commenta il presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini – dai circuiti della grande distribuzione organizzata ai negozi tradizionali, dai mercati rionali alla vendita diretta. In tutto il territorio nazionale sono ben 2.000 i punti vendita e negozi cooperativi che già oggi veicolano l’8,5% del fatturato complessivo della cooperazione agroalimentare pari a quasi 2 miliardi di euro. Se poi ci riferiamo solo ai prodotti a marchio DOP/IGP la quota derivante dalla vendita diretta sale al 18% del totale".

Comments are closed.