ACQUISTI. Stufette elettriche, Aduc: “Attenzione al marchio di sicurezza”

Finalmente è giunta la stagione fredda e molti consumatori si accingono ad acquistare apparecchi elettrici per il riscaldamento delle abitazioni. Ma non tutti i prodotti in vendita sono uguali. Necessario dunque porre attenzione nella scelta, prediligendo articoli sicuri e a basso consumo energetico. Secondo l’Aduc è d’obbligo verificare la presenza e la regolarità dei marchi di sicurezza, per evitare spiacevoli inconvenienti, quali incendi o altri incidenti domestici.
"Innanzitutto – dichiara l’associazione – occorre tener presente che l’utilizzo delle stufette elettriche è particolarmente oneroso: 800, 1000 o 1500 W/h possono incidere pesantemente sulla bolletta elettrica, specialmente se l’utilizzo e’ prolungato nel tempo.

Da preferire i termoventilatori perchè riscaldano più rapidamente l’ambiente circostante. La qualità del prodotto e, soprattutto, la sicurezza devono essere oggetto di particolare attenzione: molte stufette sono prodotte nei Paesi asiatici, in particolare in Cina, e il marchio CE, che dovrebbe garantire la conformità alla normativa europea, non sempre la garantisce. Sarebbe opportuno, quindi, controllare che vi sia anche il marchio IMQ che certifica la sicurezza elettrica del prodotto, il quale viene sottoposto ad una serie test specifici. Infine, le stufette da bagno devono essere a prova di umidità ed avere sulla targhetta il simbolo di un triangolo con gocce d’acqua al suo interno o le sigle IPX4 o IPX5".

Comments are closed.