ACQUISTI. Una bici nuova? Il Ministero finanzia il 30% del costo

Comprare una bicicletta di questi tempi conviene, fa bene alla salute, ma anche alla tasca. Dal Ministero dell’Ambiente, infatti, arrivano incentivi per tutti i cittadini che vogliono acquistare una bici nuova. Basta avere un Codice Fiscale e si risparmia il 30% del costo della bici che si acquista. In particolare per le biciclette normali si può ricevere un incentivo del 30% del costo finale fino a un massimo di 200 euro; se si sceglie una bicicletta a pedalata assistita l’incentivo è sempre del 30% del costo, ma il limite massimo è di 450 euro.

"Ciò significa – spiega Altroconsumo – che conviene scegliere le bici meno costose perché in percentuale quelle più care usufruiscono di un incentivo più basso".

Ai sensi dell’accordo "Ministero ANCMA – CEI/CIVES" possono essere acquistate soltanto le biciclette dei costruttori certificati dall’ANCMA (Associazione Nazionale Cicli Motocicli e Accessori) o dalla CEI-CIVES (Commissione Italiana Veicoli Elettrici Strada) presso i rivenditori autorizzati. "Per usufruire del contributo – precisa il Ministero – non è necessaria nessun’altra formalità se non quella di fornire al rivenditore i propri dati anagrafici e copia del proprio documento d’identità".

"Unico limite – avverte Altroconsumo – in base all’accordo con i costruttori uno stesso beneficiario non può usufruire in ogni anno solare, di più di un incentivo, indipendentemente dal prodotto acquistato, sia esso bicicletta, bicicletta a pedalata assistita, ciclomotore ibrido, elettrico, a bassa emissione, o qualsiasi altro veicolo assimilato previsto dall’accordo.

Comments are closed.