AGRICOLTURA. Agriturismi, Zaia: “Indispensabili criteri di classificazione unitaria”

"Sono ormai quasi 20 mila gli agriturismi in Italia. Di questi, circa la metà fanno ristorazione. Ogni agriturismo è certamente una piccola grande vetrina per quanto di meglio sa produrre l’agroalimentare italiano": è quanto ha detto il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Luca Zaia in occasione dell’ottava edizione di Agri@Tour, il Salone nazionale dell’agriturismo, che si concluderà domani, dopo due giornate di incontri e workshop, al Centro affari e convegni di Arezzo.

"E’ indispensabile arrivare quanto prima, per il comparto agrituristico, all’individuazione di criteri di classificazione unitari sul territorio nazionale – ha sottolineato Zaia – Soltanto così si potrà procedere all’attuazione di un programma di promozione del settore che miri tanto al mercato italiano quanto a quello estero".

Al Salone è intervenuto anche il Mipaaf, con la Rete Rurale Nazionale, attraverso la quale l’Italia partecipa al progetto europeo sullo sviluppo delle aree rurali nel periodo 2007-2013. Per quanto riguarda i dati sulle risorse destinate dall’Unione Europea allo sviluppo rurale, e in particolare, al turismo rurale e all’agriturismo, dal 2000 al 2006 sono stati erogati oltre 480 milioni di euro, mentre sono programmati investimenti per circa 706 milioni di euro per il periodo 2007- 2013.

Comments are closed.