AGRICOLTURA. De Castro, fondamentale l’etichetta di origine per i prodotti che entrano in Ue

BRUXELLES. In Europa c’e’ un sistema "distorto" di concorrenza che danneggia i produttori e i consumatori per questo e’ fondamentale la battaglia per imporre ai prodotti che entrano sul mercato europeo etichette che ne certifichino la provenienza. E’ questo il forte messaggio che il ministro per le politiche agricole, Paolo De Castro ha espresso al Parlamento Europeo di Bruxelles durante l’inaugurazione dell’iniziativa dal titolo ”Oltre. L’agricoltura del Lazio in Europa”."Non sto parlando in chiave di protezionismo- ha spiegato il ministro- ma occorre evitare che i prodotti che entrano sul mercato Ue si trasformino in prodotti europei".

Con questo sistema, ha sottolineato il Ministro, il livello di guardia per la sicurezza del prodotto non ne risentirebbe, anzi verrebbe rafforzato: "Non ha senso che l’Europa imponga il rispetto severo delle garanzie ai prodotti che importa e poi non permetta al consumatore di riconoscere l’origine del prodotto". Di questo sistema di etichette ne beneficerebbe "in primis il consumatore, ma anche l’imprenditore". L’Europa infatti, ha spiegato, " non ha strumenti per difendersi dalla concorrenza contro i prodotti a basso costo che entrano sul mercato" per questo "abbiamo bisogno, di aver regole europee che ci aiutino lealmente a competere.

Diverso e’ invece il discorso sul "made in’: "Questo e’ un discorso tutto italiano-ha spiegato il ministro – finalizzato alla certificazione dell’elevata qualità’ dei prodotti che il nostro Paese esporta".

All’inaugurazione erano presenti anche il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo, l’assessoreall’agricoltura Daniela Valentini, e il vicepresidente della Commissione, Franco Frattini.

 

 

Comments are closed.