AGRICOLTURA. Realacci. “Presto legge su cibi a km zero”. La Cia ribatte: “Non risolve”

"Consumare prodotti del territorio fa bene all’ambiente, alla salute e alle tasche dei cittadini. Presto una legge sul chilometro zero, per promuovere l’acquisto e la coltivazione di alimenti prodotti nell’ambito locale in cui devono essere consumati". Lo annuncia Ermete Realacci del Pd dal Forum dell’Agricoltura della Coldiretti svoltosi nei giorni scorsi a Cernobbio. Ma il Ministro ombra del Pd rincara la dose: "Presto una legge per promuove cibi a km zero".

La Confederazione italiana agricoltori non ci sta e ribatte: "Più che una proposta concreta, sembra uno spot pubblicitario, uno slogan di un ambientalismo retrogrado e di vecchio stampo per cercare unicamente consensi". Secondo la Cia, infatti, l’invito a consumare prodotti locali, significa ignorare l’aspetto economico dell’agricoltura, significa negare l’importanza di un’impresa agricola competitiva sui mercati, significa togliere linfa vitale ad una delle voci più significative, appunto l’agroalimentare, del ‘made in Italy’ nel mondo.

Comments are closed.