ALIMENTAZIONE Agricoltori europei chiedono etichettatura obbligatoria

Le organizzazioni agricole e cooperative dell’Ue (Copa e Cogeca) "esigono un’etichettatura chiara per i prodotti agricoli europei". "Occorre garantire in futuro che i consumatori possano decidere e fare una scelta chiara tra i prodotti agricoli di origine europea, conformi alle norme elevate in materia di qualità, e i prodotti provenienti dai paesi terzi", hanno sottolineato il presidente del Copa, Rudolf Schwarzbock, e il presidente della Cogeca, Donal Cashman, alla luce del varo della nuova normativa sulla protezione delle denominazioni e indicazioni dei prodotti agricoli (Dop e Igp).

Per le organizzazioni agricole e cooperative dell’Ue "un regime di controllo efficace riveste un’importanza determinante affinché, nel caso dei prodotti importati, il consumatore possa essere veramente sicuro che si tratti di prodotti protetti". Inoltre, aggiungono, "un’etichettatura chiara sull’origine degli additivi deve menzionare anche il paese dal quale proviene la materia prima utilizzata". I presidenti hanno poi riaffermato la loro richiesta di introdurre, nel quadro del round di Doha, "un sistema multilaterale di notifica e di registrazione dei dati geografici per tutti i prodotti agricolì". Al riguardo, parlando ieri sera davanti alla commissione agricoltura del Parlamento, la commissaria europea responsabile per il settore, Mariann Fischer Boel, ha dichiarato "che intende ottenere il registro multilaterale delle denominazioni di origine".

Comments are closed.