ALIMENTAZIONE Agroalimentare, siglata intesa fra Italia e Cina

Cooperazione bilaterale nella ricerca e nel commercio, intesa su qualità e sicurezza delle produzioni agricole, lavorazione dei prodotti sono alcuni dei punti dell’intesa siglata fra Italia e Cina per rafforzare la collaborazione nell’agricoltura e nell’agroalimentare. "Due grandi potenze agricole quali la Cina e l’Italia – ha commentato il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Luca Zaia – hanno stabilito una modalità di relazione e di intesa su punti che riguardano da un lato la modernità, dall’altro il mantenimento caparbio delle reciproche identità. Questa è la strada giusta da seguire".

Fra i punti principali del documento ci sono la cooperazione bilaterale nella scienza, nella ricerca, nella tecnologia, del commercio e dello sviluppo rurale, facendo seguito al memorandum di intesa del 2006, e l’intesa sulla qualità e la sicurezza delle produzioni agricole, la lavorazione dei prodotti e la cooperazione tra le PMI italiane e cinesi. "Si tratta di una pietra miliare – ha detto il ministro – perché si rafforza la collaborazione con la Cina per la maggiore tutela dei prodotti Made in Italy e della salute dei consumatori. Abbiamo proposto una lista nera delle imprese che operano scorrettamente. Noi segnaleremo i nomi delle imprese cinesi che fanno concorrenza sleale, ma chiediamo anche al governo cinese di segnalarci se ci sono nostre aziende in Cina che commettono inganni alimentari. Entrambi i nostri Paesi vantano tradizioni culturali e gastronomiche, radicate nei territori, che meritano di essere tutelate".

Comments are closed.