ALIMENTAZIONE Allevatori Coldiretti bloccano stabilimento del latte Auricchio

Guerra del latte in vista. Oggi infatti si è svolto un "blitz" degli allevatori della Coldiretti negli stabilimenti di Auricchio, alle porte di Cremona (Gazzo di Pieve San Giacomo), "per bloccare ad oltranza – commenta l’associazione – una produzione realizzata a costi insostenibili per le stalle italiane dove si vuole ridurre il compenso accordato di 42 centesimi al litro, ossia meno della metà di un caffè al bar".

I manifestanti presidiano le cisterne di latte. I cartelli con le parole d’ordine? "Dalla stalla alla tavola il prezzo del latte aumenta del 300 per cento", "La trattativa sul latte deve ripartire", "Agli allevatori il latte viene pagato meno di mezzo caffè al bar", "Dopo il latte della mamma voglio solo quello Made in Italy", "Vogliono diminuire i compensi agli allevatori e aumentare i prezzi per i consumatori". Il presidio proseguirà a oltranza e sarà esteso ad altri stabilimenti di trasformazione del latte. Domani mattina, davanti ai cancelli dell’Auricchio, saranno precisate meglio le modalità della mobilitazione.

 

Comments are closed.