ALIMENTAZIONE Assolatte: sono 36 i formaggi DOP e IGP e industria ha ruolo importante

I formaggi DOP, IGP e STG sono un fiore all’occhiello del made in Italy e rappresentano, nel totale dei prodotti a denominazione d’origine italiana, il 18,5%: dei 194 prodotti registrati a Bruxelles nell’elenco delle DOP, IGP o STG, il 18,5% sono formaggi. "Si tratta di 36 prodotti rappresentativi del ricco patrimonio lattiero-caseario italiano", ricorda Assolatte, che sottolinea come alcuni siano diventati portabandiera del made in Italy, come accade per il Grana Padano e il Parmigiano-Reggiano, il Pecorino Romano e il Gorgonzola, mentre "altri sono stati riscoperti più di recente e spesso salvati dall’estinzione, come la Ricotta Romana DOP". Ma non tutti sanno, afferma l’Associazione italiana lattiero casearia, che l’industria ha un ruolo importante nella produzione di tali formaggi.

"Complessivamente in Italia, nel corso del 2008, la produzione di formaggi a denominazione d’origine è stata di 459.854 tonnellate per un controvalore al consumo di 5.223 milioni di euro, come ha rilevato il Rapporto Qualivita 2009 – sostiene Assolatte – Una buona parte di queste produzioni proviene da aziende industriali, ma ben pochi italiani lo sanno. Secondo uno studio condotto da Astra Ricerche per conto di Assolatte, solo 1 italiano su 2 ritiene che i prodotti lattiero-caseari DOP, IGP o STG siano prodotti dall’industria, mentre l’altro 50% li collega a piccole realtà artigianali o rurali". Si tratta di prodotti, ricorda ancora l’associazione, che hanno raggiunto una quota export pari al 15% della produzione totale.

Comments are closed.