ALIMENTAZIONE Aumenta produzione di latte ma cala il consumo

Nel 2010 la produzione mondiale di latte è aumentata (+2%) mentre nell’Ue-27 le consegne di latte sono aumentate del +2,5% nel periodo gennaio-luglio 2011. La maggiore disponibilità di materia prima è stata impiegata nella produzione di formaggi (+2,5%), mercato in cui l’UE ha confermato la propria leadership (export +17%), fornendo circa la metà dei volumi scambiati a livello internazionale. E’ quanto emerge dalla ricerca sul mercato lattiero caseario condotta da Ismea, presentata questa mattina da Mariella Ronga nell’ambito della 66esima Fiera Internazionale del Bovino da latte.
Guardando al nostro Paese, la produzione di latte è in aumento (+1,8% nella prima parte del 2011) grazie alla maggiore richiesta dell’industria, alla ripresa delle esportazioni e al lieve miglioramento dei margini aziendali. Non dei consumi: infatti, tra i mesi di gennaio e agosto del 2011 c’è stata una flessione generalizzata dei consumi di latte fresco e uht; fanno eccezione solo i funzionali.

Sul fronte della trasformazione industriale, nel 2010, sono aumentate le produzioni di yogurt e burro, ma sono rimasti stabili i formaggi, nonostante il maggior numero di forme prodotte di Grana (+2,8%) e Parmigiano (+2,4%). Idem per i consumi che rimangono stabili mentre diminuiscono quelli dei prodotti Dop (-1% ), in particolare di Parmigiano Reggiano (-3,5%).

Comments are closed.