ALIMENTAZIONE Continua la crisi dei formaggi, soprattutto di quelli DOP. Lo dice Confagricoltura

La crisi dei formaggi non accenna a rallentare. A risentirne sono soprattutto i prodotti DOP e cioè il Grana Padano e il Parmigiano Reggiano che registrano ripetute flessioni delle quotazioni su tutte le principali piazze: – 11% su base annua, per entrambi gli alimenti. Lo fa sapere Confagricoltura che sta monitorando costantemente il settore lattiero-caseario e, in particolare, l’andamento mercantile dei formaggi grana. Le più recenti rilevazioni delle quotazioni all’origine dei formaggi Grana Padano e Parmigiano Reggiano, ufficializzate da Ismea, confermano, come la crisi dei formaggi grana sia tutt’altro che superata.

A parere di Confagricoltura appare quindi "urgente e non oltre procrastinabile l’avvio delle misure previste dalla strategia d’intervento definita con il ministro Zaia dirette a rilanciare i consumi e ad alleggerire gli stock dei formaggi simbolo del made in Italy". "Oltre alla destinazione individuata di circa 200.000 forme di Parmigiano Reggiano e Grana Padano ad impegni umanitari, saranno ancora più essenziali – sostiene Confagricoltura – il preannunciato avvio di azioni coordinate di promozione all’estero di ambedue i prodotti ed il coinvolgimento della Grande Distribuzione Organizzata nella costruzione di una filiera più equilibrata".

Comments are closed.