ALIMENTAZIONE Coop lancia campagna contro obesità: a Roma convegno il 9 novembre

Promuovere una grande campagna di informazione che si protrarrà fino alla primavera del 2007 a iniziare dal supermercato. Contemporaneamente avviare una seria ricognizione per capire quanto peso ha la pubblicità sui comportamenti di acquisto, in particolare dei bambini, e stimolare a una continua e coerente attività fisica anche in collaborazione con le varie società di promozione. Partendo da questi impegni, Coop lancia la nuova campagna consumerista "Alimenta il tuo benessere" aderendo alla Piattaforma della Commissione Europea sull’alimentazione, l’attività fisica e la salute e intendendo giocare a pieno il proprio ruolo di prima impresa della grande distribuzione organizzata in Italia (11,5 miliardi di fatturato nel 2005) e al tempo stesso associazione di consumatori (oltre 6 milioni di soci).

Per tenere a battesimo la campagna, successiva a quella sulla liberalizzazione della vendita dei farmaci, Coop si fa promotrice di un convegno patrocinato dal Ministero della Salute a Roma giovedì 9 novembre (ore 10.00 Centro Congressi Palazzo Rospigliosi, via XXIV Maggio 43). Tra i relatori Ferdinando Romano, presidente Inran (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), Michele Carruba, presidente Società Italiana dell’Obesità, Eugenio Del Toma presidente onorario Associazione Nazionale di Dietetica e Nutrizione Clinica, Walter Marrocco della Federazione Italiana Medici di Famiglia e Maurizio Casasco, presidente Federazione Medico Sportiva Italiana e Filippo Fossati coordinamento enti di promozione sportiva del Forum del Terzo settore. Partecipano al convegno il sottosegretario Gian Paolo Patta e il ministro Giovanna Melandri. Conclude Aldo Soldi, presidente Coop-Ancc (Ass. Nazionale Cooperative di Consumatori).

Un’immersione in profondità sui temi connessi al rischio obesità considerato un’emergenza sociale, oltre che sanitaria e l’anticipazione di alcune, concrete iniziative che Coop metterà in campo nel 2007. Già in corso la ricerca condotta dall’Università di Roma 3 in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia sull’eccesso di spot pubblicitari di alimenti e bevande ("junk food") nei programmi televisivi dedicati a bambini e ragazzi in 11 paesi europei.

 

Comments are closed.